“Amore, fermo lì che ti sparo”. Lei 19 anni, incinta. Lui 22. Insieme decidono di girare un video “da brividi” per scioccare gli utenti e fare record di like sui social. Ma le cose non vanno come programmato e lo show improvvisato si trasforma in tragedia


 

Volevano realizzare un filmato da brivido, loro che d’altronde da tempo inseguivano la notorietà virtuale andando a girare clip in ogni angolo del mondo prediligendo però sempre luoghi pericolosi, con guerre e conflitti in corso. Ma la loro ultima idea si è trasformata di colpo in tragedia nel momento in cui la scenetta che avevano ideato è invece sfociata in una morte vera e propria, sotto gli occhi della telecamera. Una terribile clip quella che Pedro Ruiz e Monalisa Perez hanno finito per realizzare e che sarebbe stata destinata a finire su YouTube nel tentativo di scioccare gli utenti e fare incetta di like e visualizzazioni. La ragazza, 19 anni e incinta di un bambino, originaria dello stato del Minnesota negli Stati Uniti, dovrà infatti rispondere delle pesanti accuse di omicidio per aver causato la morte del compagno Pedro, tra l’altro padre del bambino che porta in grembo. A rendere grottesca la storia è soprattutto l’assurda dinamica che ha spinto i due a rischiare uno spot tanto pericoloso, incuranti nei rischi corsi. E così quello che doveva essere il loro successo mediatico è stato invece una sorta di tetro testamento. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Come riferisce la stampa statunitense, infatti, i due amavano inscenare siparietti adrenalinici ed estremamente rischiosi per sorprendere di volta in volta i follower. Un continuo tentativo di alzare l’asticella che alla fine è sfociato nella follia più pura: Perez ha detto alla polizia che Ruiz, 22 anni, voleva girare un video da mettere su YouTube in cui si faceva vedere mentre lei gli sparava un colpo di pistola alla pancia. Lui doveva sopravvivere grazie a dei libri che aveva nascosto precedentemente sotto la maglietta, per attutire il colpo come fossero un giubbotto antiproiettile artigianale. (Continua a leggere dopo la foto)


 


 

Il tutto davanti al figlio di 3 anni della coppia e ad altri amici, che guardavano la scena. Solo che, al contrario delle previsioni, la carta non ha fermato il colpo, che ha oltrepassato la debole difesa ed è penetrato nell’addome del giovane, uccidendolo. La zia di Pedro, Claudia Ruiz, ha raccontato alla tv che il nipote voleva fare questo “esperimento” e filmarlo per ottenere più visualizzazioni su YouTube. “Vogliamo diventare famosi” avrebbe detto Pedro alla zia. Il giovane aveva 22 anni.

“Le hanno sparato in mezzo alla strada”, la parlamentare colpita mentre passeggiava. Le sue condizioni sono preoccupanti: ecco cosa è successo