Petto nudo, addominali scolpiti e tatuaggi in bella mostra, vestito solo con una giacca di pelle che, contro ogni cerimoniale, ha strategicamente lasciato aperta. È lui il vero divo di Cannes


 

Vi ricordate di Jeremy Meeks? Pochi mesi fa aveva fatto parlare di sé per la sua incredibile bellezza. Occhi blu, bocca carnosa, il corpo ricoperto di tatuaggi, la carnagione scura, aveva conquistato le passerelle di mezzo mondo. Ma nascondeva una segreto, non è il “bravo ragazzo”. Ha la fedina penale sporca, è stato arrestato nel 2014 per possesso illegale di armi ed è rimasto in carcere fino allo scorso anno. Ieri ha preso parte alla sfilata della collezione Resort 2018 della Maison Philip Plein, tenutasi a Cannes nel periodo del Festival, e ha dato prova di essere un modello perfetto e professionale. Ha calcato la passerella con indosso giubbino e pantalone in denim, sneakers bianche e slip a visto, lasciando senza parole con il suo fascino. Anche se oggi è una star, Jeremy sembra proprio non voler mettere “la testa apposto”. L’ultima magagna risale a qualche mese fa quando meno di 8 ore dopo essere atterrato a Heatrow, il modello 33enne era stato dichiarato ‘deported’ ed era stato rimesso su un volo di ritorno, destinazione New York. (Continua dopo la foto)







Meeks avrebbe dovuto partecipare a numerosi photoshot a Londra, ma le guardie dell’Ufficio di frontiera gli avevano impedito di lasciare l’aeroporto. Su Snapchat il modello si era sfogato: “Londra non mi vuole”. Il suo manager Jim Jordan, che è a Londra insieme alla moglie di Meeks, ha detto alla Daily Mail: “Siamo andati in Gran Bretagna, abbiamo attraversato l’immigrazione, e hanno fermato Jeremy. (Continua dopo le foto)




 


 

Non è stato arrestato ma lo hanno respintodal Paese”. E aveva aggiunto: “È davvero sconvolto. E’ stato scortato dalla polizia fin sull’aereo”. Il Telegraph aveva spiegato che Londra si era riservata il diritto di rifiutare l’ingresso a una persona che fosse stata condannata per un reato per cui si prevedono almeno 4 anni di carcere, a meno che non sia trascorso un periodo di dieci anni dalla fine della pena.

Impossibile aver dimenticato Jeremy, il criminale più sexy del mondo. La novità? Ha fatto carriera (come ampiamente previsto) ma ora mettetevi seduti: ecco la sua prima foto da modello

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it