“Esibizionista. Vattene subito!”. Bufera sull’ex tronista che, in Africa con un’associazione di beneficenza posta sui social una serie di scatti che, secondo molti, poteva risparmiarsi. Neppure il tempo di raccogliere il applausi che scoppia la polemica.


 

Altro che Madonna di Fatima (il 13 maggio saranno 100), altro che la statua di Giovanni Paolo II nei pressi della stazione Termini, altro che le braccia semiconserte di Francesco D’Assisi dipinto da Cimabue, il nuovo simbolo della pietismo e della carità cristiana sarà, secondo un recente sondaggio, Andrea Cerioli. Più bello degli ultimi due (della prima non esistono scatti ma chi sostiene di averla vista afferma sia molto bella), sicuramente più pop. Capelli scuri, occhi profondi, carnagione da anfora di terracotta lasciata troppo a lungo nel forno anche in gennaio e, soprattutto, tronista tre anni fa nella trasmissione più seguita dai tempi dei fratelli Lumière. Ma c’è chi non la pensa così. Nei giorni scorsi i social furono letteralmente invasi dalle foto di Andrea Cerioli che mostravano il viaggio dell’ex tronista in Madagascar per una missione umanitaria. Cerioli aveva parlato dell’esperienza in Africa ai fan, mostrando alcune immagini che lo vedevano insieme a malati e a ragazzi bisognosi di un centro ospedaliero nel villaggio di Andavadoaka. (Continua dopo la foto)







Scatti finiti nella bufera e che hanno scatenato polemiche da parte dell’associazione italiana che gestisce la struttura. L’Ong in questione, l’Associazione Amici di Ampasilava Onlus, ha pubblicato un post su Facebook in cui ha scelto di dissociarsi da Cerioli, accusandolo esplicitamente di “protagonismo”. “L’Associazione Amici di Ampasilava Onlus – Madagascar, che gestisce l’Hopitaly Vezo di Andavadoaka si dissocia dalle immagini, dai commenti postati su diversi social da Andrea Cerioli (ripresi poi da alcuni giornali on line)”. (Continua dopo le foto)




 


 

E ancora: “In primo luogo perché viene espressamente detto a tutti i volontari che “è vietato postare immagini dei pazienti e che va rispettata la loro privacy”. In secondo luogo perché la pubblicazione della foto in vari social indica una deliberata forma di protagonismo che nulla ha a che fare con i principi, l’etica e la motivazione che ispirano il volontariato. L’Associazione sta facendo una verifica interna per assumere i provvedimenti previsti dal proprio codice deontologico”. Firmato: Alessandro Pasotto, presidente del gruppo. Una replica da parte di Andrea ancora non c’è. Una storia non nuova. Capitò lo stesso a Saulo di Tarso, quel giorno fuori il tempio. Forza e coraggio.

Andrea Cerioli sfata lo stereotipo del tronista tutto gossip, discoteche e donne e decide di cambiare vita. L’ex fidanzato di Valentina Rapisarda lo annuncia sui social: la decisione

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it