“Piantala! La devi finire”. Morgan – Maria De Filippi, ormai è guerra senza fine. Dopo la sparata dell’ex cantante dei Blue Vertigo e la risposta della conduttrice, scende in campo anche Alessandra Amoroso, le sue parole sono taglienti


 

“Questa sono io 10 anni fa. Ho iniziato il mio percorso fatto di alti e bassi, di paure, di pianti, di sorrisi, di leggerezza e di parecchie difficoltà, che mi sembravano, a volte, insormontabili. Fortunatamente in tutto questo insieme di emozioni ho trovato sostegno e appoggio da tutte, ribadisco tutte, le persone che fanno parte della grande macchina chiamata Amici. Nessuno mi ha mai imposto nulla e hanno lasciato che l’Alessandra pazzerella si potesse esprimere sempre e nella più totale libertà. È vero, il programma era completamente differente rispetto ad oggi, ma non cambia la sostanza. Una cosa però la voglio fare, perché ci tengo, perché lei mi ha permesso di iniziare questo splendido percorso lavorativo e di camminare piano piano e sempre più con la sola forza delle mie gambe: un immenso grazie va a Maria De Filippi”. Con questo post Alessandra Amoroso risponde a Morgan e alla critiche che l’ex leader dei Blue Vertigo aveva mosso alla signora delle televisione italiana e alla sua trasmissione. (Continua dopo la foto)







Accusata di essere un “lager nazista” per le condizioni particolarmente dure che i ragazzi sono chiamati a sopportare. Nei giorni scorsi al cantante aveva risposto direttamente Maria: “Fino ad ora resisto nell’intento di non farmi influenzare dalle nefandezze che, come da altri previsto, sono uscite puntualmente dalla bocca di Morgan .Però non mi va che nel fango ci finiscano i programmi, chi ci partecipa, il pubblico che magari li segue o i tanti che ci lavorano – sostiene – questo è il mio lavoro.” (Continua dopo le foto)






 



 

Poi aggiunge: “Non scrivo poesie, non faccio musica, non suono nessuno strumento, ma non per questo mi sento colpevole. E mentre ribadisco che non faccio tante belle cose, non faccio nemmeno quello di cui annaspando, Morgan ci accusa. Una settimana fa dichiarava coram populo che Amici è la libertà, che ad Amici ha potuto fare quello che da nessun’altra parte in precedenza aveva mai ottenuto di poter fare – aggiunge De Filippi – e poi ieri invece gridava al complotto, alla macchinazione e alla manipolazione. Noi il male, lui il bene. Però noi siamo sempre noi e qualcosa non torna”.

“Amici? Un lager nazista, una roba da film horror. Non avete neanche idea di cosa succeda là dentro”. Dopo la burrascosa separazione dalla trasmissione, ecco arrivare le accuse di Morgan. Parole forti che non risparmiano nessuno

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it