”Vi prego, ricordateli così…”. Il figlio di Silvana e Luciano, i parrucchieri morti sotto la valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano, pubblica questo video e commuove l’Italia intera. Un filmato struggente che, ovvio, fa il giro del web


 

Silvana Angelucci, 46 anni, e il marito Luciano Caporale, di 54, sono due delle 29 vittime della slavina che ha colpito l’hotel e sotto la quale sono rimaste intrappolate. Entrambi di Castel Frentano, Silvana e Luciano erano molto conosciuti in paese. Parrucchieri di grande esperienza – erano proprietari di un salone – erano ben voluti anche per la loro grande partecipazione alle attività di volontariato e della parrocchia. “Siamo tutti in apprensione, speriamo che questa storia finisca bene – aveva detto il sindaco di Castel Frentano Gabriele D’Angelo – per il momento non abbiamo notizie e siamo tutti appesi a un filo di speranza. La coppia era molto nota per la loro lunga attività professionale ed era fortemente inserita nel tessuto sociale del paese”. Con il passare dei giorni le speranze di trovare Silvana e Luciano vivi si sono affievolite durante la settimana e poi sono del tutto scomparse quando i vigili del fuoco li hanno trovati senza vita. (Continua a leggere dopo la foto)








Per ricordare i genitori, il figlio ha deciso di pubblicare in rete un video che sta facendo commuovere tutti. Nel filmato, marito e moglie si trovano in macchina, sorridenti e spensierati. Alla radio passa una canzone di Arisa e loro decidono di cantarla e di immortalare il quadretto familiare. Questo accadeva prima che una slavina travolgesse l’hotel Rigopiano e portasse via tutto: la struttura e la maggior parte delle persone che avevano deciso di trascorrere qualche giorno di vacanza in montagna. Anche i due titolari del salone di bellezza amavano la montagna, così come il ballo e il volontariato.

(Continua a leggere dopo le foto)






 

Centinaia, in poche ore, gli utenti che hanno deciso di condividere quelle immagini sui social network. Al Rigopiano, insieme alla coppia si trovava Luca Marzucca, proprietario dell’agriturismo il Grappolo d’Oro in contrada Nasuti, insieme alla sua fidanzata. I due sono partiti martedì e si sono salvati. “Gli ho detto più volte: Luciano, ripartiamo oggi; ma lui ha preferito rimandare al giorno seguente e ha aggiunto: ‘Tanto che può succedere?’. – ha detto – Le strade erano bloccate dalla neve e non ci hanno permesso di partire. Poi sono arrivati due mezzi e hanno ripristinato la viabilità, anche se il transito sarebbe avvenuto con difficoltà. Luciano ed io ci siamo aiutati vicendevolmente a spalare la neve dalle nostre macchine”.

La coppia lascia l’hotel a mezzogiorno di martedì: “Nel primo pomeriggio ci hanno dato l’ok per andare via ma lui ha desistito, sostenendo che era tardi e sarebbe ripartito il giorno seguente. Io l’ho pregato più volte, dicendo che avremmo percorso la strada insieme con altri che scendevano, anche perché, gli ho raccomandato, le previsioni davano un peggioramento delle condizioni atmosferiche per i giorni seguenti”.

”Li abbiamo trovati”. Lacrime ed emozione all’Hotel Rigopiano, mentre i vigili scavano incessantemente tre piccole ”palle” di pelo bianco fanno capolino dalla neve. Sono proprio loro, i cuccioli di Nuvola e Lupo: il video

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it