Candele, che passione… Ma se vi dicessimo che le abbiamo sempre accese nel modo sbagliato? “Ecco come usarle correttamente”


 

Le candele sono un prodotto che non passerà mai di moda. Che sia per fare luce in assenza di elettricità, per creare la giusta atmosfera o solo per decorazione, la candela è usata da tantissime persone. A quanto pare, però, le abbiamo sempre accese e utilizzate nella maniera sbagliata. A spiegarcelo è la blogger Caroline Praderio, che racconta su ThisIsInsider la sua esperienza da ex lavoratrice presso un’importante ditta di candele statunitense e ci svela tutti i segreti affinché si possa ottenere la massima ‘performance’ da una candela, da un punto di vista quantitativo e qualitativo: «Le persone non hanno la minima idea di come usare le candele, eppure basterebbero quattro semplici accorgimenti». Ecco quali accorgimenti prendere per utilizzare le candele: 1 – Tagliare sempre una parte dello stoppino, utilizzando delle piccole forbici o un tagliaunghie, così facendo la fiamma sarà sempre brillante e delineata, genererà meno fumo e non formerà macchie nere sul contenitore della candela. (Continua a leggere dopo la foto) 







2 – Lasciare sempre colare la cera prima di spegnere la candela, nonostante possa sembrare un aspetto marginale, non lo è. Occorre sempre attendere che la cera coli dalla candela poiché altrimenti lo stoppino potrebbe affondare in essa ed essere così poi difficilmente riaccendibile. «La cera intorno rappresenta ore e ore di fragranza per cui voi avete pagato ma che decidete di fatto di non utilizzare», spiega Caroline. 3 – Scegliere candele con più stoppini è una mossa decisamente più intuitiva.

(Continua a leggere dopo le foto) 








 

Con stoppini multipli, la cera si scioglierà più facilmente e in maniera uniforme per tutta la superficie. Caroline avverte oltretutto di evitare grosse candele dotate di un solo stoppino, poiché è assicurato che non tutta la cera verrà bruciata. 4 – Tenere le candele lontane da fonti d’aria, infine, è un altro trucco per evitare la formazione di macchioline sul contenitore della candela. Finestre, condizionatori e prese d’aria tendono infatti a disturbare la fiamma.

Leggi anche: Per il loro primo appuntamento scelgono una cena a lume di candela: inizia così il loro inferno (che non è ancora finito)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it