“Altro che le classiche Milf e Asiatiche. Il porno gli italiani lo vivono così…”. Impossibile nascondersi: è questa la trasgressione che va di moda nel nostro paese


 

Il 2016 è ormai in archivio e, come sempre in questi casi, è tempo di bilanci e buoni propositi in ogni settore. Compreso, che piaccia o meno, quello della pornografia, con un report di PornHub che riassume le tendenze di ricerca degli utenti del sito hard più visitato al mondo. La mole di dati sviscerata dai server del sito creato a Montreal nel 2007 dallo sviluppatore Matt Keezer è impressionante, e l’incrocio tra gli stessi, come riporta GQ Italia, si presta a diversi tipi di interpretazione dei gusti sessuali dei navigatori di tutto il mondo, o quasi visto che, per esempio, in Cina è stato bloccato l’accesso diretto. In un anno sono stati visualizzati quasi 92 miliardi di video, per una media di circa 12 video a testa per ogni abitante della Terra, per un totale di 4 miliardi e mezzo di ore. I potenti server di PornHub hanno registrato uno streaming complessivo di dati equivalente a 194 chiavette Usb che, messe in fila, coprono la circonferenza della Luna. Su 100 visitatori, il 74% è uomo, il 26% donna ma queste ultime segnano un incremento del 2% rispetto al 2015. (Continua a leggere dopo la foto)







Quali son le parole chiave più cercate (anche dagli italiani)? Al primo posto si conferma il classico “lesbian”, mentre al secondo gradino del podio ecco irrompere “step mom – matrigna”. In crescita nelle preferenze anche il sempre più gettonato “Milf”, che ha scalzato anche “teen”. Della serie, probabilmente l’esperienza conta. Calano le preferenze per i cartoni animati e per gli uomini e le donne di colore. (Continua a leggere dopo la foto)








 

Come fanno presente i relatori della ricerca, il pubblico sta diventando più esigente. Il tempo medio di permanenza infine potrebbe scatenare analisi accurate sulla capacità di tenuta dell’orgasmo. Vincono i filippini con quasi 13 minuti di permanenza media del 2015, due in meno dei sudafricani. Gli italiani registrano circa un minuto in meno rispetto alla media (9 minuti e 36 secondi) mentre a Cuba bastano meno di cinque minuti per soddisfarsi.

“È una foto porno”, “Siete matti!”. Facebook ha censurato questo scatto e sul social è rivolta. Ma noi ve la vogliamo mostrare così, senza alcun timore

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it