Diabolico Lubitz: somministrò al pilota un caffè “corretto” che lo fece allontanare dalla cabina…




 

 

 

Come si legge su Express: “Secondo informazioni provenienti dagli inquirenti Andreas Lubitz si sarebbe informato online sui farmaci con effetti diuretici. Gli investigatori l’avrebbero scoperto nell’analisi del computer di Andreas Lubitz. Un paio di gocce sarebbero servite per assicurarsi che il capitano fosse obbligato a lasciare la cabina per recarsi alla toilette. Questa assenza sarebbe stata sfruttata da Andreas Lubitz per bloccare la porta dell’Airbus 320 dall’interno. Il copilota ha mischiato una medicina nel caffè del suo collega?”. Ecco dunque spiegato il motivo per il quale il pilota sarebbe andato al bagno nonostante un volo di appena due ore: in genere, per tratte così brevi, è raro che i piloti si allontanino dalla cabina. L’assenza di Sonderheimer ha permesso ad Andreas Lubitz di impossessarsi dei comandi del volo, così da far precipitare l’aereo. L’ipotesi del diuretico non è stata commentata dalla procura di Düsseldorf. 

Leggi anche: “Lubitz non era in volo, il suo cadavere era nel bagagliaio dell’auto…”

Aereo, il dramma della compagna di Lubitz: ”Sono incinta, lui non lo sapeva”