Premio Nobel, Bob Dylan non c’è, ma al suo posto arriva Patti Smith e quello che fa è già storia. Il video ha già raggiunto milioni di visualizzazioni. Standing ovation per lei… E anche per lui


 

 

Lui non c’era, ma c’è stata la standing ovation per quello che ha rappresentato e per la sua storia. E poi c’era lei… Patti Smith. Il pubblico presente nel teatro a Stoccolma, durante la cerimonia di premiazione del Nobel per la Letteratura 2016, ha deciso comunque di tributare al grande assente il suo lungo e caloroso applauso a Bob Dylan. Come annunciato, il vincitore del Nobel era assente, ma stato sostituito da Patti Smith che ha cantato “It’s a hard rain”. Anche in precedenza, durante la lettura delle motivazioni che hanno condotto i giurati ad attribuire a Dylan il premio Nobel per la Letteratura, c’era stata una miriade di elogi per la sua poesia in musica: “Era come l’Oracolo di Delfi che legge le evening news”. Durante l’esibizione, Patti Smith si è interrotta e in lacrime, dopo la prima strofa, di “It’s a hard rain”, ha dichiarato: “Scusate, sono nervosa. Posso ricominciare?”. Ma alla fine anche l’esibizione della Smith resterà memorabile. Per l’occasione ha scelto di interpretare una delle canzoni più importanti di Dylan, per al cerimonia del Nobel a Stoccolma. E pazienza se parte dell’Accademia se ne era risentita all’inizio. (Continua a leggere dopo la foto)



In ogni caso, fonti dall’Accademia svedese sostengono che ci sono “forti probabilità che il laureato venga a Stoccolma l’anno prossimo” e ne approfitti per fare il discorso d’accettazione e la famosa “lectio”. Comunque, se vorrà ricevere il premio in denaro che accompagna il Nobel, circa un milione di euro – il discorso scritto non esenta Dylan dal tradizionale discorso di accettazione del premio e da una lezione da tenere a sua scelta nel luogo che preferisce.

(Continua a leggere dopo la foto e il video)


 

Come tutti sanno, gli ultimi mesi, sin dall’annuncio del prestigioso riconoscimento al cantautore statunitense, sono stati caratterizzati dalle polemiche successive al diniego, da parte di Dylan, di recarsi a ritirare il Nobel nella capitale svedese, suscitando le proteste e l’indignazioni di molti per una scelta che a molti è sembrata incomprensibile.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Non verrò a ritirare il Premio Nobel”. Bob Dylan lo ha fatto sapere oggi all’Accademia di Svezia. Il cantautore lo ha comunicato in una lettera e ha anche spiegato perché non potrà esserci. Ma le sue motivazioni sono davvero assurde. Cosa ha detto