“Viva Las Vegas”, il film in cui rivive tutto l’intramontabile fascino di Elvis Presley [Recensione]


La frizzante combinazione di Elvis Presley e Ann-Margaret è sufficiente per portare Viva Las Vegas in alto nella filmografia mondiale. Un film caratterizzato da numerosi numeri musicali in Elvis’ style, un locale glamour e una sequenza elettrizzante di corse automobilistiche, tutto incastrato nella Las Vegas degli anni d’oro. Un film del 1964 quanto mai attuale che ha lanciato questa città della California come la capitale mondiale del gioco d’azzardo. 

Sinossi del film Viva Las Vegas

È la storia di un ragazzo, una ragazza e la città più bella del mondo, in una trama rocambolesca, frutto di mille coincidenze ed un caso avverso. 







Viva Las Vegas“, il film del 1964 diretto da George Sidney e interpretato da Ann-Margret ed Elvis Presley, è considerato dagli appassionati dell’opera cinematografica di Elvis uno dei migliori, se non il migliore, film che abbia mai realizzato. “Viva Las Vegas” ha tutto. Uno sguardo cinetico e frenetico a Las Vegas nel suo momento più alla moda. Ann-Margret, l’unica donna protagonista che abbia mai potuto eguagliare il carisma di Elvis e la sensualità fumante sullo schermo. Una colonna sonora che ha generato l’omonima canzone che tutti conoscono, che ogni band ha suonato durante un suo live almeno una volta nella vita. 

Come la maggior parte della produzione cinematografica di Elvis Presley, anche la trama di questo film è fragile: l’autista della macchina da corsa Lucky Jackson arriva in città per competere nel Grand Prix di Las Vegas, il motore della macchina con cui dovrebbe gareggiare si guasta. Ha bisogno di soldi per ripararlo, trova un lavoro e incontra l’assistente di nuoto e cantante/ballerina part-time Rusty Martin. La coppia dal nome aggettivo flirta, combatte, balla e canta prima, ovviamente, di sposarsi.
Ma, come in ogni altro film musicale interpretato da Elvis nel corso della sua carriera attoriale, la cosa importante non è la trama ma, piuttosto, come tutto si combina con la sua musica. E, in “Viva Las Vegas”, è il regista George Sidney che crea così abilmente un insieme iconico, che riesce a risultare tale anche dopo mezzo secolo. 

Oggi il mercato dello svago attraverso i giochi d’azzardo è ormai sdoganato, ci sono tanti casino online che permettono a tutti gli utenti di giocare comodamente dal proprio divano. E questo primo passo verso la modernità è stato sicuramente favorito dalla fama di questo iconico film, così avanti rispetto ai tempi che percorreva. 

I luoghi del film

Il film è insolito in quanto è uno dei primi film a mostrare Las Vegas come destinazione per famiglie ed evidenziare l’idea e la caratterizzazione dei locali di Las Vegas. Si apre, come fanno molti film di Las Vegas, con la sirena di un elicottero che gira sopra i lampioni e le insegne luminose della città. Ma dato che è stato girato quando i casinò sulla Strip di Las Vegas avevano ancora un po’ di spazio tra loro, la ripresa aerea è di Fremont Street. Molti dei casinò iconici del film si trovano ancora oggi su questa strada. 

Le riprese si sono svolte in diversi casinò, la maggior parte dei quali da allora ha subito modifiche, ampliamenti, anche grazie alla nomea che questa città ha preso negli anni, come la capitale mondiale del gioco d’azzardo. 

Ma una prima scena fondamentale si svolge nella piscina Flamingo. Lucky (Elvis) prova a corteggiare Rusty (Ann) con una canzone. Rusty lo prende in giro e lo spinge nella piscina. Sia il casinò che la piscina sono stati completamente rinnovati dopo le riprese, ma alcune delle piscine dell’attuale complesso di piscine si trovano più o meno nello stesso posto.  

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it