I francesi ammettono: si sono persi il Salvator Mundi di Da Vinci


È passato alla storia come il dipinto più costoso della storia, dopo essere stato battuto all’asta – nel novembre 2017 – per ben 450 milioni di euro. Poi, la decisione di esporlo al Louvre di Abu Dhabi. Ma adesso, a più di un anno di distanza e nel cinquecentenario della morte del suo autore, Leonardo da Vinci, la vicenda del Salvator mundi si è trasformata in un vero mistero.

Non più tardi di dieci giorni fa il direttore del Louvre di Abu Dhabi, Manuel Rabaté, intervistato a Dubai dal Corriere della Sera si lavava le mani così: «Il Salvator Mundi? Non è nostro, la decisione di esporlo non spetta a noi, ma al Dipartimento della Cultura e del turismo di Abu Dhabi». Convenevoli e strette di mano. Non una parola di più, mistero più assoluto sul quadro attribuito a Leonardo da Vinci  nonostante i dubbi sollevati nel tempo.







E  adesso, nel cinquecentenario della morte del genio vinciano (2 maggio 1519), quando qualunque museo del mondo farebbe carte false per avere un Leonardo (originale) da esporre, sul capolavoro i sospetti sul fatto che il celebre quadro fosse disperso si sono alimentati sempre più.  Fino all’ultima indiscrezione riportata dal New York Times che, riportando fonti anonime provenienti proprio dal Louvre di Abu Dhabi, spiega che il museo negli Emirati che ha sottoscritto una partnership (a pagamento) col suo omologo francese non sa dove sia l’opera.






Il Louvre di Parigi, che vorrebbe (tanto) esporlo per le celebrazioni autunnali, «non è in grado di localizzarlo»; il fantomatico compratore riconosciuto poi come il principe Bader bin Abdullah bin Mohammed bin Farhan al-Saud due mesi dopo l’asta è diventato il primo ministro della Cultura nella storia saudita; i rapporti tra il principe Bin Salman con Mohammed Bin Zayed, principe della corona di Abu Dhabi, sono molto stretti.



Insomma un mistero fittissimo con tanto di intrigo internazionale degno di un romanzo. Incognite, interessi, lotte di potere… chi si accollerà la responsabilità di svelare l’arcano? Dan Brown sguinzaglierà un nuovo professor  Langdon?

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it