Lutto nel mondo della moda. A 46 anni, improvvisamente, si è spento lo stilista italiano considerato tra i più creativi della sua generazione. Il cordoglio dei colleghi di tutto il mondo


 

Lutto nel mondo della moda, è morto improvvisamente Raffaele Borriello. Stilista abruzzese, ritenuto uno dei più dotati della sua generazione, è stato stroncato all’età di 46 anni da un infarto. È successo nella sua casa di Parigi, città dove viveva dal 1996. Attualmente era direttore creativo della Shanghai Tang ma in passato aveva collaborato con alcuni dei più grandi marchi della moda europea e mondiale come Gucci, Yves Saint Laurent e Balmain. La salma dello stilista, a quanto si apprende, rientrerà a Pescara, sua città natale, nelle prossime ore con i funerali che si terranno molto probabilmente venerdì 14 luglio alle ore 10 presso la chiesa della Stella Maris. Chi lo conosce parla di una persona gentile e generosa. Molto amato dai suoi amici e conoscenti, (tutto il mondo della moda ha espresso il suo cordoglio) non aveva mai spezzato il legame sentimentale ed emotivo con la sua terra d’origine, tornando a Pescara spesso per ritrovare la famiglia e l’affetto degli amici dell’adolescenza. Come detto, da qualche anno era direttore del colosso cinese, da poco guidato da un altro italiano:Alessandro Bastagli. (Continua dopo la foto)








L’imprenditore ha rilevato dal gruppo svizzero Richemont il controllo di Shanghai Tang, marchio del lusso cinese. Un’ operazione con la quale Bastagli, assieme al fondo di private equity Cassia Investments e a un fondo di investimenti britannico, ha acquistato il controllo del brand di abbigliamento uomo e donna, fondato a Hong Kong nel 1994 da David Tang. Richemont aveva assunto una quota di controllo di Shanghai Tang nel 1998, e acquisito il 100 percento del capitale nel 2008. Oggi Bastagli, già proprietario di Lineapiù Italia spa, di Finalba spa e di A.Moda SpA, “mette la propria quarantennale esperienza nella gestione e sviluppo di brand del comparto moda al servizio del più noto ed emblematico marchio di moda cinese”, aveva spiegato un comunicato stampa. (Continua dopo le foto)








 

 

L’imprenditore è al lavoro per la costruzione del team creativo e manageriale che lo affiancherà nell’opera di rilancio e consolidamento del brand in una ottica di espansione internazionale che ha l’obiettivo di riportare l’etichetta cinese al centro della scena. Fondato a Hong Kong da David Tang nel 1994, Shanghai Tang era inizialmente come piccolo atelier di moda, dedicato a raccogliere la tradizione sartoriale cinese. Il brand si è rapidamente affermato per la capacità di evocare la magia e il fascino della millenaria cultura cinese, reinterpretandola secondo canoni espressivi contemporanei. Oggi il marchio ha 32 boutique nel mondo. In Europa il brand è presente a Londra, da Harrods.

“Addio, nostro capitano”. Lutto nel mondo del calcio. Lo hanno trovato morto nella sua stanza a soli 27 anni, una tragedia che ha sconvolto tutti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it