Antichi erbari, carte geografiche settecentesche, incunaboli e manoscritti? Ecco dove trovarli…


Va all’asta un rarissimo incunabolo, la prima edizione completa della storia romana di Appiano stampata a Venezia nel 1477. Sarà offerta con una stima di 5.000 euro dalla libreria antiquaria Gonnelli di Firenze mercoledì 27 maggio, durante l’asta dedicata al catalogo dei libri a stampa dal XV al XX secolo. Tra gli incunaboli che andranno all’asta la seconda edizione dell’opera più importante di Biondo, la prima a contenere l’Abbreviatio di Pio II stampato a Venezia nel 1484 (base d’asta euro 3.000), la prima edizione dei Pharsalia con il commento di Giovanni Sulpizio stampato a Venezia nel 1493 (base d’asta euro 2.000).



 

Fra i manoscritti, la copia del verbale del processo dell’Inquisizione a Niccolò Orsini (base d’asta euro 4.000), una curiosa raccolta di testi profetici impreziosita da 8 disegni di mostri (base d’asta euro 11.000), uno splendido erbario manoscritto con 96 specie di piante, della seconda metà del Seicento (base d’asta euro 8.000).

 


Saranno battuti anche alcuni libri d’artista, fra i quali la copia ad personam di Massimo Bontempelli con sue correzioni de l’Apocalisse illustrata da 20 litografie di Giorgio De Chirico (base d’asta euro 2.500), un nucleo di opere su Venezia, ma anche statuti cinquecenteschi di Siena, Urbino, Arezzo, Novara. In catalogo infine alcuni atlanti quali: L’Atlante generale del 1819 di Bartolomeo Borghi (base d’asta euro 1.500), il Teatro delle città d’Italia del 1616 di Pietro Bertelli (base d’asta euro 8.000), una raccolta di 80 carte geografiche settecentesche di Georges Le Rouge (base d’asta euro 4.500)

 

Caffeina news by AdnKronos