Erri De Luca, la Francia firma l’appello di solidarietà: “Gli italiani si astengono per paura…”


 

Gli intellettuali francesi intervengono in difesa di Erri De Luca. Francois Hollande firma l’appello di solidarietà nei confronti dello scrittore nostrano, in processo a Torino perché ha detto che “la Tav va sabotata”. L’Huffington Post ha intervistato De Luca: “Francois Hollande firma l’appello di solidarietà promosso dagli intellettuali francesi per difendere la mia libertà d’espressione perché in Francia i politici tengono conto dell’opinione pubblica, che in Italia è invece ammutolita. Il ceto culturale italiano si astiene dai temi scottanti e fa peccato di omissione: forse per paura, per conformismo, per invidia”.

(Continua dopo la foto)



La petizione è stata firmata da 300 personalità di spicco della cultura francese. Per loro è assurdo che uno scrittore possa venire accusato per avere espresso la propria opinione. Anche lo stesso scrittore è stupito della reazione francese, dato che mette in luce la differenza con gli italiani: “Non me lo aspettavo. La firma di Hollande significa che l’opinione pubblica francese ha un peso tale che i rappresentanti politici non possono non tenerne conto. Per contro, da noi l’opinione pubblica è ammutolita”.