Matita per le labbra, come usarla per avere una bocca meravigliosa (e a prova di baci) in pochi minuti


Si può usare da sola sopra il burro cacao, insieme al rossetto o sotto il gloss. È la matita per labbra, trucco immancabile in tutti i beauty case delle donne. La matita può essere utilizzata per tenere il rossetto (impedisce a questo di scivolare nelle rughette delle labbra) e a nascondere le imperfezioni. Un altro modo di utilizzo della matita per labbra è quello di stenderla subito dopo un balsamo per labbra, e lisciare i tratteggi creati con il dito. Un effetto nature molto interessante. In genere, evita che la matita per labbra sia più scura del rossetto: attira gli sguardi, non sempre di ammirazione. È sempre buona regola preferire colori simili a quelli del rossetto, e mai abbinare aranciati con rosati. Ecco come correggere le imperfezioni delle labbra grazie a questo utile cosmetico: utilissimo cosmetico:

(Continua a leggere dopo la foto)

 



1. Labbra all’ingiù. Prima di delimitare il contorno con la matita, metti una punta di correttore per le occhiaie nei due angoli della bocca. E poi, con la matita risali appena verso il labbro superiore.

2. Labbra troppo sottili. Tratteggia una linea di matita beige oltre il limite: ti consente di sbordare lievemente dal confine naturale della bocca. Sfuma il tratto verso l’interno delle labbra. Opta sempre per colori chiari e perlati per dare luce e creare volume. Se si usa invece un rossetto mat, si può creare un punto luce con un illuminante o un gloss al centro della bocca.

3. Labbra troppo carnose. Copri le labbra con uno strato di fondotinta su tutta la bocca, fai un tratto di matita all’interno del tracciato, sfuma lievemente il colore andando verso gli angoli della bocca. 

4. Le labbra larghe. A volte possono risultare sproporzionate rispetto al resto del viso. Per questo si cerca con il trucco di stringerne la forma. Si parte disegnando il contorno labbra con una matita color carne dando una forma arrotondata alla bocca e poi la si riempie con il rossetto restando all’interno della nuova forma.