Fare la pipì in piedi? In Germania un tribunale autorizza gli uomini a farlo


Il dilemma sociale va avanti praticamente da sempre, o almeno da quando hanno inventato la tavoletta del water: i maschietti devono fare la pipì da seduti o in piedi? Il curioso dibattito si è acceso in queste settimane in Germania a causa di una sentenza di un tribunale tedesco. Tutto è nato da uno scontro legale tra un affittuario e il suo padrone di casa sui “danni” causati dal primo nel bagno di casa proprio per l’abitudine di fare la pipì in piedi.

 

(continua dopo la foto)







Ma analizziamo la storia dal principio. La vicenda inizia a Düsseltal, quartiere bene di Düsseldorf, in Germania. Il periodo del “misfatto” è febbraio 2014, il soggetto, o in questo caso l’imputato, è un 32enne, direttore finanziario, e la sua ragazza che decidono di traslocare. Prima di riconsegnare il lussuoso immobile preso in affitto, chiedono indietro il deposito cauzionale lasciato al padrone di casa: circa 3.000 euro. Ma invece di rivedere l’intera cifra, il padrone comunica loro che ne avranno solo un terzo. Il motivo? Il prezioso pavimento in marmo nella stanza da bagno era stato danneggiato, intorno alla tazza, per l’abitudine dell’inquilino di “fare pipì in piedi”. Il danno: quasi 2mila euro, che lo scrupoloso padrone di casa ha prontamente detratto dalla cauzione. Il 32enne ha però deciso di citarlo in giudizio. Con successo.

 

(continua dopo la foto)




Il tribunale che ha esaminato il caso gli ha infatti dato ragione. “Orinare in piedi è una pratica molto comune per gli uomini – si legge nella sentenza – Colui che ancora esercita questa usanza, deve considerare frequenti e a volte forti conflitti con i coinquilini – in particolare con le donne di casa -, ma non può essere chiamato a rispondere di un danneggiamento del pavimento della stanza da bagno”. Di più: il padrone di casa – ha puntualizzato il giudice – avrebbe dovuto segnalare al proprio affittuario la delicatezza di quel pavimento di marmo. In Germania, Austria e molti Paesi nordici, molti uomini preferiscono sedersi invece che restare in piedi quando urinano. Vuoi per scelta personale, comodità o educazione. Nelle toilette pubbliche (e private) in Germania non è insolito trovare degli avvisi di colore rosso, simili a dei segnali stradali, che proibiscono di fare la pipì in piedi. Esiste anche un termine per coloro che effettivamente rispettano tale regola: “Sitzpinkler”, che però sottintende un atteggiamento non particolarmente “virile”.

Ti potrebbe anche interessare: Il figlio disabile fa la pipì a letto, la punizione dei genitori: doccia gelata, vestito e truccato da bambina

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it