Vittoria di Savoia, la figlia di Emanuele Filiberto, è cresciuta. E ora è una star dei social: foto


Occhi puntati sul papà, Emanuele Filiberto, principe di Savoia, che recentemente ha annunciato di voler entrare in politica con un suo partito, Più Italia, che “intende suonare la sveglia ad un Paese ingarbugliato dalla troppa burocrazia”, ma anche sulla sua primogenita Vittoria.

La figlia di Emanuele Filiberto e Clotilde Courau, il cui nome per intero è Vittoria Cristina Chiara Adelaide Maria, Principessa di Carignano e Marchesa di Ivrea, è nata a Ginevra il 28 dicembre 2003, è stata battezzata ad Assisi e ora che ha 16 anni è già una star dei social. Le chiamano “influencer” e la giovanissima Vittoria è tra i reali più al centro dell’attenzione adesso. All’improvviso le foto social di Vittoria, che vive a Parigi e ha anche una sorella minore, Luisa Giovanna Bianca Agata Gavina Maria di Savoia, stanno facendo il giro del mondo. (Continua dopo la foto)









Occhi azzurri come il papà e stile ed eleganza ereditati dalla mamma, Vittoria è una principessa moderna, a metà tra un’influencer e una millennials. Il suo bisnonno Umberto II è stato l’ultimo re d’Italia e sebbene lei sul trono non siederà mai, i titoli non le mancano: è principessa di Carignano, marchesa d’Ivrea, ma anche Dama di Gran Croce, che le ha assegnato il padre e che automaticamente la rendono erede della storia del casato. (Continua dopo la foto)






Da Instagram, dove conta già più di 11mila follower, emergono le sue passioni. La moda, per esempio. E infatti quando può ama partecipare a sfilate e fashion show. Da piccola Vittoria ha girato il mondo, vivendo tra Ginevra, Montecarlo e l’Italia ma al momento studia a Parigi da dove condivide molti scatti sul suo profilo Instagram, tutti su un terrazzo dalla vista mozzafiato sulla Tour Eiffel. (Continua dopo foto e post)



 

Visualizza questo post su Instagram

 

🪐🪐🪐

Un post condiviso da DI SAVOIA vittoria🇮🇹 (@vittoria.disavoia) in data:

 


Il suo debutto ufficiale era inizialmente fissato per il 14 marzo scorso all’Abbazia di Altacomba, giorno in cui di solito si rende omaggio ai consorti Re Umberto II e la Regina Maria José, ma è stato posticipato per via della pandemia. Ma quando avverrà, il casato dirà addio alla legge salica che non consente alle donne di accedere alla successione dinastica.

Emanuele Filiberto annuncia lo sbarco in politica. E lancia un nuovo movimento

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it