Kate Middleton in videochat, l’abito giallo riciclato ha significato: il prezzo e perché l’ha indossato


Un’altra apparizione di Kate Middleton e William in videochat. Anche nel Regno Unito il lockdown è terminato (lo scorso 1 giugno, ndr), ma ciò nonostante i duchi di Cambridge continuano a lavorare in smartworking ad Anmer Hall, la tenuta di campagna nel Norfolk dove hanno trascorso la quarantena con i tre figli. E, seppur da casa e in versione digitale, continuano a sostenere iniziative e cause che gli stanno più a cuore, interloquendo con persone e associazioni attraverso Instagram.

Nelle ultime settimane, per esempio, Kate ha tenuto una serie di conferenze per la Maternal Mental Health Awareness Week. Ha parlato con dei neo-genitori, con ostetriche ed esperti del settore, focalizzandosi in particolar modo su nuove soluzioni che potessero supportare le nuove famiglie durante questa crisi. (Continua dopo la foto)








E, come succede di continuo, alle cronache non sono balzati soltanto gli argomenti toccati, ma anche le sue scelte di stile. Ed è accaduto anche durante l’ultima videochat fatta col marito per inviare un messaggio di ringraziamento ai lavoratori australiani che stanno combattendo in prima linea contro la pandemia. Non è sfuggito l’abito scelto dalla duchessa in questa occasione. Abito giallo e riciclato. (Continua dopo la foto)






Nel dettaglio si tratta di un tubino giallo firmato Roksanda caratterizzato dalle maniche corte, lo scollo squadrato e dei dettagli a contrasto in bianco che però dall’inquadratura della telecamera non si vedono. Il prezzo del vestito a cui la duchessa ha abbinato un paio di orecchini a forma di foglia di Zoraida? Costa 900 sterline, ovvero poco più di 1.000 euro. (Continua dopo le foto)



 


Ma c’è un motivo per cui Kate Middleton ha deciso di indossare proprio questo abito. Non stupisce per niente che anche questa volta si sia mostrata in pubblico con un vestito già messo: quello che è subito saltato agli occhi dei più attenti è il significato simbolico che ha. Lo aveva sfoggiato durante il tour dell’Australia nel 2014, per la precisione quello che all’epoca era stato scelto per l’arrivo a Sydney. E deve aver pensato di omaggiare così il Paese visto che il messaggio era rivolto proprio ai lavoratori australiani.

Pago e Serena Enardu, ora si mette in mezzo la sorella Elga: senza mezzi termini e in pubblico

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it