“Era rumoroso ed eccitato e poi…”. Lei, lui e l’altro: il racconto choc della star sul famoso fidanzato (uno dei tanti) e di quella serata molto sopra le righe. Erano a cena e quello che succede è pazzesco. Ora lei svela tutto


 

Per una star è sempre molto difficile il rapporto con i fan. Se da una parte ci sono quelli che stanno in adorazione e che farebbero qualsiasi cosa per il loro beniamino, dall’altra ci sono ammiratori che delle volte diventano molesti e fastidiosi, al limite dello stalking. Una situazione di questo tipo è capitata all’attrice, cantante e compositrice statunitense Ariana Grande che ha postato un messaggio sul suo profilo Twitter in cui ha raccontato quello che le è successo qualche sera fa e che ha avuto come protagonista un fan suo e del compagno, il rapper Mac Miller. I due, infatti, erano usciti a cena assieme, quando sono stati avvicinati da un fan, un ragazzo, che ha cominciato a parlargli, finché, però, non ha esagerato, con un atteggiamento a dir poco sessista che ha lasciato allibita la cantante, che per questo motivo ha deciso di svelare l’accaduto sui social. Il ragazzo, come scrive la cantante, li ha seguiti fino all’auto, dichiarandosi fan del rapper: “Era rumoroso ed eccitato e quando M si è seduto sul sedile del guidatore era quasi in macchina con noi” ha scritto la Grande. (Continua a leggere dopo la foto)



Un comportamento che i due divi hanno sicuramente visto parecchie volte, ma mai fino a questo punto. In un primo momento il comportamento del fan scatenato è stato descritto dalla Grande come “simpatico ed eccitante” finché però, il ragazzo, rivolgendosi al compagno, ha detto: “Ariana è incredibilmente sexy, amico, immagino come la ‘colpisci'”. “La colpisci? Ma che ca**o!” ha continuato la Grande che ha spiegato che quell’atteggiamento, che forse a qualcuno potrebbe sembrare normale l’ha “nauseata e fatta sentire come fosse un oggetto”.

(Continua a leggere dopo le foto)


 

La sorpresa è stata ancora maggiore perché lei era proprio là affianco, seduta vicino al compagno, e da quel momento si è sentita ferita. Sono cose come quella, ha poi spiegato, che contribuiscono a una situazione che vede spesso le donne rappresentate, da alcuni uomini, come fossero oggetti: “Cose come questa accadono ogni giorno e sono proprio questi momenti che contribuiscono al senso di paura e inadeguatezza delle donne. Non sono un pezzo di carne che un uomo può utilizzare a suo piacimento. Sono un essere umano adulto coinvolto in una relazione con un uomo che mi tratta con amore e rispetto”.

Ti potrebbe interessare anche: Entra in bagno con passo felpato, si abbassa i pantaloni, prende il suo pene e “lo fa” senza pensarci due volte. Una storia nauseante (che diventerà il vostro incubo peggiore)