“Cosa faresti se i tuoi figli fossero gay?”. La risposta del principe William spiazza tutti


Il principe William, duca di Cambridge e secondo in linea di successione al trono britannico, ha detto che se in futuro uno dei suoi figli si identificasse come LGBT gli andrebbe “assolutamente bene” e che lo sosterrebbe, insieme alla moglie Kate Middleton. Non ha però nascosto che sarebbe preoccupato per “l’odio” e le “persecuzioni” che potrebbe affrontare a causa della sua posizione.

La dichiarazione del principe è stata registrata mentre era in visita ufficiale presso l’Albert Kennedy Trust, un’associazione caritatevole che aiuta giovani LGBT senza casa. Già di per sé la visita presso l’AKT ha rappresentato un momento storico, perché gli esperti di royal family ritengono che sia la prima volta che un rappresentante della corona si reca presso un’organizzazione espressamente dedicata alle persone LGBT. Le parole di William sono state una ciliegina sulla torta. (Continua a leggere dopo la foto)



A precisa domanda (“Come reagiresti se uno dei tuoi figli fosse LGBT?”), il principe William ha risposto candidamente: “Ho iniziato a pensarci seriamente da quando sono diventato genitore per la prima volta e mi andrebbe assolutamente bene. Però è qualcosa che mi rende ansioso, non per il fatto che mia figlia o uno dei miei figli possano essere LGBT, quanto piuttosto per la pressione che dovrebbero affrontare a causa della posizione sociale occupata dalla mia famiglia”. (Continua a leggere dopo la foto)


In ogni caso, ha aggiunto William, “avrebbero il mio pieno supporto, Catherine e io ne stiamo parlando da tempo”. Poi ha ribadito che “ciò che temo sono le barriere, le persecuzioni e l’odio che dovrebbero affrontare. Ma è nostro compito correggere questo tipo di reazione negativa”. I figli di William e Kate sono il principino George (5 anni), la principina Charlotte (4) e il principino Louis (1). Quella di William è stata la prima visita di un membro della famiglia reale in un ente LGBT, ma il tema non è completamente nuovo ai reali. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Solo un mese dopo le nozze di Meghan e Harry, la famiglia Reale ha infatti vissuto il primo matrimonio omosessuale della storia: Lord Ivan Mountbatten, lontano cugino della regina Elisabetta II ha sposato il suo compagna, James Coyle. Inoltre, il sito LGBT Pink News nel 2017 avrebbe descritto il principino George come un’icona gay. Proprio quest’articolo finì al centro di fortissime polemiche relative alla “sessualizzazione di un bambino”.

3700 euro al mese per fare la babysitter vestita da principessa Disney: come candidarsi