“Sono depilato (all’inguine) ma vivo”. Ricoverato di nuovo in ospedale, manda un messaggio ai fan e rivela le sue condizioni. Cosa è successo al “big” italiano


 

Vittorio Sgarbi è finito di nuovo in ospedale. Dopo la recentissima polemica sulla fotografia postata su facebook in cui si mostrava nudo, il noto critico d’arte è tornato a sottoporsi a controlli medici per valutare le sue condizioni di salute in seguito all’ischemia avuta sei mesi fa. Esattamente come per la volta scorsa, anche oggi le sue avventure sono state prontamente documentate da foto e post su facebook. È dal social infatti che arrivano le foto allarmanti: Sgarbi è stato infatti ricoverato in ospedale, nel reparto di cardiologia del Policlinico di Modena. Fortunatamente, non si tratta di nulla di grave, a quanto riportano le parole in calce al post: “Lavori di manutenzione straordinaria. Sto benissimo”, rassicura lo stesso Sgarbi, che negli scatti appare sorridente e tranquillo.

(Continua a leggere dopo il post)

Il ricovero arriva a circa sei mesi di distanza dall’intervento d’urgenza subito da Sgarbi a dicembre 2015, a causa di un’ischemia al cuore. L’operazione d’angioplastica, per fortuna, è riuscita perfettamente, così come i controlli cui si è sottoposto in queste ore. In un video appena pubblicato, Sgarbi spiega nel dettaglio la visita, scherzando con la sua consueta ironia su un particolare “pruriginoso”, ovvero la depilazione forzata alle parti intime, alla fine rivelatasi inutile.

(Continua a leggere dopo il post)

Il flusso di sangue al cuore è costante e perfetto, l’operazione di verifica è stata precisa e circostanziata. Il passaggio per questa indagine è dal polso, secondo le tecniche avanzate dell’istituto di cardiologia di Modena, mentre secondo alcuni ‘arcaici’ della paleocardiologia sarebbe per l’inguine, dove non ho mancato di togliermi tutti i peli per un finto accesso che non c’è stato. Per cui mi trovo depilato ma vivo, e con il cuore libero e pieno di vita e sangue. 

 

 

“Non rompa i c… non è né Mozart né Beethoven”. Ecco con chi ce l’ha stavolta Sgarbi…