Culletta killer, morti 32 neonati. L’allarme dei pediatri: “Non usatela”


La Consumer Product Safety Commission (CPSC) e la Fisher-Price della Mattel mettono in guardia contro l’utilizzo di una culla del produttore di giocattoli Fisher-Price. Secondo il comunicato pubblicato sul sito dell’agenzia governativa statunitense, dal 2015, l’aiuto per dormire dei neonati “Rock ‘n Play” dovrebbe essere responsabile della morte di bel 32 neonati.

Il CPSC raccomanda i genitori a smettere di usare la culla non appena il bambino ha compiuto più di tre mesi poichè i bimbi che di solito dormono supini ma che vengono fatti dormire a pancia in giù, anche solo per un pisolino, sono fortemente a rischio poichè possono rotolare sul fianco o a pancia in giù, mentre la culla è in movimento senza controllo. La portavoce del CPSD, Patty Davis, ha riferito alla CNN che l’ultimo decesso di un neonato che dormiva all’interno del “Rock ‘n Play” risale ad un mese fa. (Continua a leggere dopo la foto)







In tutti gli incidenti mortali, i bambini avevano più di tre mesi. Inoltre, la società Fisher-Price ha chiesto ai clienti di fermare i bambini nella culla, non appena possono girare indipendentemente sullo stomaco o sul lato, poiché la culla potrebbe ribaltarsi. Tuttavia, il prodotto non è stato richiamato. Secondo l’amministratore delegato di Fisher-Price, Chuck Scothon, la culla “è conforme a tutti gli standard di sicurezza previsti”. Fisher-Price è una compagnia che produce giocattoli per bambini e neonati che ha sede legale in East Aurora, New York e linea di produzione in Cina. È di proprietà della Mattel dal 1993. (Continua a leggere dopo la foto)






“Fisher-Price – si legge nel comunicato congiunto – avverte i consumatori di smettere di usare il prodotto quando i neonati possono rigirarsi, ma le morti segnalate mostrano che alcuni consumatori stanno ancora usando il prodotto quando i bambini hanno più di tre mesi sono in grado di rigirarasi sullo stomaco o su un lato e senza usare il sistema di ritenuta a tre punti” perché la culla può ribaltarsi. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Cpsc e Fisher-Price – conclude la nota – ricordano ai consumatori di creare un ambiente di sonno sicuro per i neonati, sia che utilizzino una culla o un letto inclinato: non aggiungere mai coperte, cuscini, giocattoli di pezza o altri oggetti all’ambiente e posizionare sempre i bambini di spalle“. I bambini, finiti drammaticamente con la faccia contro il cuscino, sono tutti morti soffocati. L’azienda ha fatto sapere che sta portando avanti dei controlli per verificare quanto affermato dall’associazione dei pediatri e si è messa a disposizione per attuare eventuali modifiche.

C’è una buca in strada, Luca (22 anni) corre a prendere gli attrezzi e la ripara

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it