Riso nell’armadio: il trucchetto utile ed economico che non lascerai più


Non è più come una volta, ormai in commercio si trova di tutto ma certi trucchetti cosiddetti della nonna sono sempre validi. E poi volete mettere la soddisfazione, oltre che il risparmio? Tra i vari escamotage, oggi vi parliamo di un’operazione semplicissima e praticamente a costo zero che, ci scommettiamo, farete subito vostra. Parliamo di armadi. Se c’è una cosa che dà veramente fastidio è prendere un vestito dal guardaroba e sentire che emana odore di muffa o di chiuso.

Gli armadi sono ambienti chiusi che ricevono poco ricambio di aria ed è per questo motivo che tendono ad impregnare gli abiti con quell’odore sgradevole. E infatti succede anche se il capo d’abbigliamento è nuovo di zecca. Ma per dire addio una volta per tutte a quel cattivo odore non vi servono prodotti specifici e costosi. Basta infatti un accorgimento semplice e super economico per liberarsene e, udite udite, quel che vi serve lo trovate nelle vostra cucina. (Continua dopo la foto)







È semplicemente il riso l’ingrediente ‘magico’ per mandar via l’odore di umido dagli armadi. Sappiamo bene che il riso è anche il salvavita a costo zero quando il cellulare o qualsiasi altro dispositivo elettronico cade in acqua, visto che le sue proprietà permettono di assorbire l’acqua molto velocemente e arginare i danni. Beh, proprio perché il riso reagisce come deumidificatore, allentando la quantità di umidità nell’aria e nell’atmosfera, rinfrescandola piacevolmente, fa (anche) al caso nostro. (Continua dopo la foto)




Il trucco del riso per ‘rianimare’ il cellulare caduto in acqua è infatti un trucchetto relativamente nuovo. Molto più classica è l’abitudine che avevano le nostre nonne di collocare piccoli sacchetti pieni di riso negli armadi o negli angoli di casa più umidi. E sì, funzionava. Procuratevi allora dei sacchetti di tela che possono chiudersi con un cordino (ma va bene anche una ciotola da posizionare sul fondo dell’armadio) e mettete all’interno circa 40 g di riso. Sistemate i sacchetti tra le stampelle o tra la biancheria per assorbire tutta l’umidità e vedrete che dopo un po’ il cattivo odore se ne sarà andato. Ma ricordatevi di cambiare il riso ogni quindici giorni circa. (Continua dopo la foto)


 


In alternativa potete anche creare un deodorante a base di riso con la fragranza che più amate per tenere lontani i cattivi odori dall’armadio. Ti servono mezza tazza di riso (meglio se bianco) non cotto e 15 o 20 gocce di un olio essenziale a tua scelta. Mixa i due ingredienti e inserisci il tutto in un barattolo con sopra un pezzo di tessuto traspirante fissato con uno spago o con un elastico. Metti quindi il tuo deodorante a base di riso all’interno del tuo armadio e vedrai come da subito sprigionerà una delicatissima fragranza che riempirà l’ambiente. Il barattolo dovrebbe bastare per un paio di mesi, ma puoi sempre dargli una ricarica di oli essenziali (lavanda, pino, menta, cedro, quello che più ti piace) o di riso a tuo piacimento.

“Pavimenti splendenti senza alcuna fatica”. Il semplice, efficacissimo trucco

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it