Amore strabiliante (per lui e per lei), ecco il dettaglio semplicissimo ma fondamentale affinché il rapporto sia indimenticabile


 

‘’Il portentoso Sesso da Cuscino è un fatto di angoli: l’angolo della sua erezione e del tuo bacino determinano con precisione i punti hot che lui riuscirà a stuzzicarti, ma anche la presa che farai su di lui. Ecco perché i cuscini sono amici fantastici, da non sottovalutare. Prova a metterne uno proprio sotto al suo sedere mentre tu sei sopra, o sotto al coccige se siete nella posizione del missionario. Puoi anche provare usandone più di uno, per sollevarti un po’ se sei sdraiata sul piano della cucina, e prova anche con qualche cuscino dalla forma strana. Vedrai quante sensazioni extra potrete provare!”, scrive Paul Joannides, nel libro Guide to Getting It On. Pare infatti che usare un cuscino mentre si fa l’amore renda il rapporto indimenticabile. Vogliamo approfondire l’argomento?

(Continua a leggere dopo la foto)



Sì, approfondiamo, può sempre far comodo. Partiamo per esempio con la scelta del cuscino: quale? Innanzitutto sicuramente non sai che esistono cuscini studiati apposta per fare sesso. Sono fatti di schiuma e assomigliano vagamente a quelli che si usano per fare yoga, solo che alcuni hanno in più una specie di sporgenza che sì, riproduce l’organo genitale. Il problema è che sono abbastanza costosi. Tuttavia non sono indispensabili quelli, anche dei cuscini classici vanno benissimo. Ok, ma poi come li uso? Vi diamo qualche dritta giusto per darvi un po’ di ispirazione, poi dovrete tirare fuori la vostra vena creativa e sbizzarrirvi. Una posizione che viene alla grande con il cuscino è quella che vede la donna a pancia in sotto verso il bordo del letto, con la testa fuori, insomma. E i cuscini? Vanno messi sotto ai fianchi: in questo modo le parti più nascoste sono un belvedere per lui. In questo modo si crea un ‘’angolo’’ che garantisce prestazioni indimenticabili. Intanto potete provare così, poi dare sfogo alla vostra fantasia. Anche quella più proibita.

Leggi anche: Va fatto subito dopo il sesso o comunque, nei 45 minuti successivi, non oltre. Di che stiamo parlando? Di una cosa che sai benissimo (ma che, sbagliando, non sempre fai)