Dura 30 minuti e non dà dolori, ecco la nuova pratica, piuttosto assurda alle quali certe donne si sottopongono. Voi che ne pensate?


 

Per fortuna le donne che ricorrono a questa pratica piuttosto assurda non sono tante: per il momento solo l’1% di signore e signore e signorine ricorre all’imenoplastica, ovvero l’intervento per la ricostruzione dell’imene, cioè la membrana presente all’ingresso della vagina che viene lacerata con il primo rapporto. Esatto, si tratta proprio della “ricostruzione della verginità” che, secondo alcune culture, è un prerequisito fondamentale per il matrimonio. Ma in che consiste l’intervento e quali sono le donne che lo richiedono maggiormente? 

(Continua a leggere dopo la foto)







Ci sono due diverse soluzioni: possono essere risuturati i lembi lacerati oppure possono essere utilizzati i lembi della mucosa vaginale o ancora dei materiali allo plastici riassorbibili. L’intervento è breve: richiede circa 30 minuti per essere completato e può essere effettuato in anestesia locale o generala in day surgery. Non provoca dolori particolarmente intensi, tanto che possono essere facilmente controllati con dei normali antidolorifici. Per riprendere normalmente le attività quotidiane bastano 24 ore. Il costo? Si aggira sui 5.000 euro. Ma chi sono le donne che lo richiedono?

Per proseguire clicca su Next

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it