Nonno Gelo, il Babbo Natale russo che (a -50) porta i doni ai bimbi in compagnia di una sexy “Fanciulla delle nevi”


Una lunga barba bianca, un vestito blu con splendidi ricami in bianco e argento, un grande cappello caldo e una bellissima fanciulla vicino. Ecco a voi Ded Moròz, meglio noto come Nonno Gelo, una specie di “fratellastro” di Babbo Natale. È il vecchietto che porta i doni ai bambini russi e, più in generale, dei Paesi dell’Est ed è famoso, oltre che per la bella “Fanciulla di Neve” (la Sneguročka dai lunghi capelli biondi, che nulla ha a che vedere con la nostra Befana), per la sua resistenza alle temperature piuttosto rigide dei Paesi che visita ogni anno per consegnare i doni natalizi. Non va assolutamente confuso con Santa Claus, con il quale ha in comune solo la barba bianca e l’età vetusta: Ded Moròz, infatti, ha un lungo passato da Morozko, il demone pagano che gelava le persone. Con il tempo, poi, è diventato Nonno Gelo, il simpatico vecchietto tanto amato dai bimbi russi, mentre Sneguročka, che originariamente era la figlia nata dall’unione del demone con Vesna (primavera), è diventata la sua giovane e bellissima nipote. (Continua dopo la foto)







La residenza del vecchietto è stata posta a Velikij Ustjug, una cittadina dell’Oblast’ di Vologda nella Russia europea e il suo abito è tradizionalmente blu o bianco. Durante la Guerra Fredda, però, quando Nonno Gelo era stato preso in prestito a scopo propagandistico dall’Unione Sovietica, il suo vestito è stato per lungo tempo rosso, con una strizzatina d’occhi alla bandiera Urss. A differenza del collega Babbo Natale, Ded Moròz consegna i doni a Capodanno e non vive in una casa calda e piena di elfi che fabbricano giocattoli, ma passa le sue fredde giornate in una grotta di ghiaccio in compagnia dell’immancabile nipotina. In prossimità delle feste natalizie, anche Nonno Gelo ha il suo bel da fare, impegnato ad andare a trovare i suoi bimbi. È lui, infatti, il protagonista del video che sta spopolando sul web. (Continua dopo video e foto)








 

Girato a Ojmjakon, un villaggio russo localizzato presso il fiume Indigirka nel Nord-est della Repubblica di Sacha-Jacuzia nell’est della Siberia, il video mostra la festa in onore di Ded Moròz. In questa freddissima landa il vecchietto dal vestito blu e la lunga barba è andato ad accendere l’albero di Natale, alla presenza dei bambini accorsi a salutarlo. Nonostante la temperatura rigidissima – a Ojmjakon (che in un dialetto russo significa letteralemnte “freddo cane”) si sono registrati fino a 69 gradi sotto lo zero – gli occhi felici dei bimbi, avvolti da strati di lana e pelliccia, sono la prova di quanto Nonno Gelo sia capace di infondere calore in tutti i cuori.

Caffeina Christmas Village: il Villaggio degli Elfi è una realtà (mai vista) da esplorare. Nel cuore della città medievale sorge il magico mondo degli aiutanti di Babbo Natale. Come, dove, quando e perché non dovete perderlo: a Viterbo dal 24 novembre al 7 gennaio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it