Che fine ha fatto Eminem? Idolo di un’intera generazione, da un po’ di tempo ha fatto perdere le sue tracce. È infatti emersa una grande novità. A vederlo oggi, però, fa veramente effetto: quanto è invecchiato! Come lo ritroviamo


 

Che fine ha fatto Eminem? Il rapper idolo di una intera generazione (e forse qualcosa di più) è un po’ sparito dai radar da quando annunciò per la prima volta il ritiro dalle scene. In realtà poi era subito tornato sul pezzo concentrandosi sulla produzione, sulla reunion con la sua ex band, i D12, e dedicandosi a duetti con le principali star del mondo della musica. Gli anni sono passati anche per lui. Lo avevamo lasciato in splendida forma, poi lo avevamo ritrovato ingrassatissimo e ora lo troviamo semplicemente… Invecchiato. Ma con un paio di grandi novità. Marshall Bruce Mathers III, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Eminem, al 2015 ha venduto più di 172 milioni di album nel mondo e 42 milioni di singoli digitali. È considerato uno dei migliori artisti hip hop di sempre, oltre che di tutta la musica rap degli anni 2000. Nel 2009 è stato nominato artista del decennio dalla rivista Billboard per aver venduto più di ogni altro artista in quel decennio negli Stati Uniti con 32.2 milioni di copie vendute. Ai Grammy Awards 2014 ha ricevuto con il suo ultimo album “The Marshall Mathers LP 2” il premio per il miglior album rap e con il singolo The Monster con Rihanna il premio per la miglior collaborazione. Cresciuto a Detroit, è stato scoperto nel 1997 dal noto gangsta rapper e produttore Dr. Dre. A lanciarlo è stato il singolo “My Name Is” (lo ricorderete di certo), pubblicato due anni dopo. Successivamente si è affermato come produttore di album hip hop, lanciando tra gli altri 50 Cent. E oggi? (Continua a leggere dopo la foto)



Nel 2014 Eminem è diventato il primo artista di sempre ad avere due diamanti digitali, “Love The Way You Lie” e “Not Afraid”, che hanno rispettivamente 11 e 10 platini negli Stati Uniti, ed è inoltre il quarto artista con più diamanti di sempre, avendone ben 4. Possiede un patrimonio stimato di 210 milioni di dollari. Il prossimo album di Eminem? È praticamente pronto. A rivelarlo è stato Denaun Porter, il rapper e produttore che si fa chiamare Kon Artis e che è uno storico collaboratore del più illustre collega di Detroit. “Se sto lavorando al prossimo album di Eminem?”, si è chiesto (e poi risposto) in una diretta su Instagram, “Abbiamo addirittura finito il lavoro. Cosa ne pensate? Il disco sarà pazzesco”. Uscita prevista, quindi, nel 2018, qualcuno dice già a fine 2017. Questo nuovo progetto sarà il nono album in studio per Eminem, che non faceva un disco dai tempi di “The Marshall Mathers LP 2”, del 2013. Il rapper si è comunque tenuto molto impegnato, al momento è anche produttore di “Bodied”, un film sulle rap battle presentato al Festival di Toronto. Ma le novità non finiscono qui… (Continua a leggere dopo le foto)



 

La Royalty Flow ha deciso di investire su Eminem, la società ha acquistato una quota di circa il 25% del catalogo del rapper di Detroit (tra il 1999 e il 2013), che, dopo un’offerta pubblica iniziale per raccogliere tra gli 11 e i 25 milioni di dollari, sarà quotato in borsa. Chiunque potrà così comprare o vendere obbligazioni legate alle rendite delle royalties del rapper bianco, come si legge nel comunicato della società stessa. Nella quota di catalogo acquistato dalla Royalty Flow ci sono album come “The Slim Shady LP”, “The Marshall Mathers LP” e “The Eminem Show”. La Royalty Flow ha specificato che “l’industria musicale si trova alla vigilia di un boom e che i profitti discografici cresceranno sostanzialmente”. Da qui, ha poi concluso, la decisione di “offrire obbligazioni sul catalogo pre-2013 di Eminem, il rapper che, insieme a pochi altri artisti, detiene il record di album più venduti al mondo”.

Ti potrebbe interessare anche: “È lui! Ecco chi è il fidanzato di Tiziano Ferro”. Questa volta non è solo una voce, i due sono stati pizzicati così e le immagini la dicono lunga. Il cantante è sempre molto riservato, ma questa volta ha voluto farlo alla luce del sole. Eccoli insieme