Peli pubici, che patimento! Li odi (come tutti) ma ecco cosa si rischia a depilarsi per avere un organo genitale pulito e ”più adatto” al sesso. Lo studio che ci ha lasciati basiti


 

Tutti, indistintamente, uomini e donne, abbiamo un rapporto ‘’strano’’ con i peli pubici. Qual è la stranezza? Semplicemente non vorremmo fossero lì e invece ci sono. E, di conseguenza, li togliamo. O meglio, alcuni li lasciano lì pur continuando a odiarli. Ma la pigrizia, a volte, prende il sopravvento sul resto e allora ce ne freghiamo dei peli pubici anche se non ci piacciono. Ma c’è da dire anche che sono tante le persone che, invece, decidono di toglierli, estirparli, eliminarli o dare loro una spuntatina per rendere il tutto un po’ più ordinato. M c’è un problema: una persona su quattro di quelle che decide di mettere mano ai peli pubici si ferisce durante il procedimento. Davvero? Sì, della serie non sei da sola. E non è una nostra invenzione ma il frutto di una ricerca di cui parla il Sun. L’oggetto più rischioso? Il rasoio non elettrico. La posizione più pericolosa? Quella sdraiata. Ah! Quelli che si appellano al partner per avere un aiuto rischiano di più di farsi male. E quindi è sempre valido il vecchio detto: chi fa da sé fa per tre. Ma che razza di studio è questo?, starà pensando qualcuno. Continua a leggere dopo la foto







In effetti è bizzarro. Ma sensato. I ricercatori hanno intervistato 7.570 persone, uomini e donne tra i 18 e i 65 anni, e hanno chiesto loro quali fossero le abitudini di depilazione del pube. Il 67% di quei settemila (e qualcosa) ha confermato di depilarsi il pube. I giovani, come si poteva immaginare, sono quelli che si depilano di più. Come ci si depila di più? Di solito da soli, in piedi, servendosi di un rasoio non elettrico. Insomma, con la lametta. Alcuni, però, chiedono aiuto al partner, a un amico, all’estetista e usano altri metodi: ceretta, forbici, rasoio elettrico. Ma quali sono i maggiori problemi che si riscontrano? Ferite (61%), ustioni (23%) eruzioni cutanee (12%). In genere gli uomini si feriscono lo scroto (sono addirittura il 67%) o il pene (il 35%). Continua a leggere dopo le foto








 

Il 51,3% delle donne, invece, si ferisce il pube; il 45% l’interno cosce; il 43% la vagina. Alcune delle ferite provocate dalla depilazione sono serie ma è l’1,4% che deve essere curato con farmaci o con altre terapie suggerite dal medico. I ricercatori hanno anche detto che i medici dovrebbe fare un identikit delle persone che rischiano di più di ferirsi durante la depilazione e stilare una sorta di vademecum per la depilazione sicura. Accipicchia, e noi che l’avevamo sempre fatto con nonchalance. Comunque… Ovviamente quelli che vogliono il pube completamente glabro sono esposti a un rischio maggiore di quelli che si accontentano di dare una spuntatina. Ma qual è il metodo più sicuro? La ceretta, così dicono all’unanimità i dermatologi come riporta l’articolo sulla rivista Jama. Ma perché tutta questa fissazione con la depilazione? Lo spiega il dottor Benjamin Breyer: ‘’Le donne lo fanno per sentirsi più sexy, per provare più piacere durante il sesso e per questioni di igiene; gli uomini più o meno per le stesse ragioni’’. Prendete nota: non fatevi togliere i peli dal partner, non fatelo da sdraiati e, per stare tranquilli, affidatevi alle mani di un’esperta.

Lo massaggi per qualche minuto sui peli e, pian piano, quelli non ricrescono più. Il metodo di depilazione più bizzarro che abbiamo sentito finora (e che speriamo tanto funzioni)

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it