“Kate Middleton, altro che regina del riciclo! Ecco il segreto del suo guardaroba”. Oh-oh, scoperti gli altarini: gli esperti di stile più attenti hanno fiutato l’inganno dei ‘look fotocopia’ della duchessina: i dettagli


 

Quante volte abbiamo scritto che Kate Middleton è senza dubbio la regina del riciclo? Un’infinità, siamo d’accordo. Non è più un segreto per nessuno che la moglie di William d’Inghilterra sfoggi lo stesso abito o gli stessi accessori (pur mixati con gran gusto) in diverse occasioni, ufficiali e non. Ci provano in molte a imitarla ma lei, che dalla sua ha una classe innata e un’eleganza da vera reale, è davvero imbattibile. Riesce sempre a stupire sudditi e media, anche perché, sin dai tempi del fidanzamento con il primogenito di Carlo e Diana, ha dimostrato che non c’è bisogno di spendere cifre esorbitanti per essere impeccabile. Non a caso i capi e pezzi low-cost, o quantomeno accessibili ai più, del suo armadio finiscono sold-out in un baleno. È un’arte quella di saper riciclare gli abiti. Scommettiamo che Kate non fa scelte casuali quando si veste, ma studia bene ogni dettaglio. Il risultato, quindi, è sempre un dieci e lode dato di cuore. Detto, per l’ennesima volta, questo, però, preparatevi a ribaltare questa certezza. Sì, perché, come riporta IoDonna, secondo i media inglesi, in realtà, ci sarebbe una strategia ben precisa dietro ai suoi look ‘fotocopia’. (Continua dopo la foto)








Altro che riciclo ‘secco’! E altro che spese oculate in fatto di abiti e accessori! Se è vero che ‘outfit che vince, non si cambia’, dov’è allora l’inghippo? Riciclo sì, ma costoso perché in verità non si tratta dello stesso abito, hanno notato i royal watchers, a cui non sfugge nemmeno una virgola. Prendiamo ad esempio l’abito bianco firmato Alexander McQueen e indossato per la commemorazione militare in Belgio. Quello stesso vestito l’ha scelto anche per la sfilata ‘Trooping The Colour’ dell’anno scorso e per il battesimo di Charlotte l’anno ancora prima, nel 2015. Unico cambiamento: il cappellino. Stesso vestito per tre occasioni? Sembrerebbe così ma un altro esempio ci aiuta a capire meglio. Sempre in Belgio Kate ha calzato di nuovo le sue décolleté preferite di camoscio firmate Rupert Sanderson. Ma attenzione: non erano le stesse. La prova sta nella suola: quelle scarpe sono appena uscite dalla scatola, hanno notato i più attenti. (Continua dopo le foto)





AFP_R39XX



 

Stesso discorso per le espadrilles di Monsoon: le ha messe in India nel 2016 e poi in Germania poche settimane fa. Stesso modello, sì, ma non stesso paio. Troppo nuove per averle già indossate. Capito, allora? Usa sì lo stesso abito o scarpe in più occasioni, secondo i royal watchers, ma si tratta di doppioni: “Kate Middleton ha uno stile molto definito e impeccabile, non stupisce che ami circondarsi di duplicati dello stesso modello – fa sapere la stylist Rochelle White citata dal Daily Mail – Non è poi così strano, ha due bambini piccoli e non può certo perdere tempo a mandare in lavanderia lo stesso abito”. Non c’è niente di male, per carità, lei può. Ma la storia del ‘riciclo’ così perde.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it