Perché bere la birra ti condanna a trascorrere la serata al bagno? Adori il ‘nettare degli dei’, ma ogni volta che lo bevi, ma poi sei condannato a fare sempre pipì. Ecco il motivo che ti sorprenderà e la soluzione affinché ciò non accada


 

Chi la ama lo sa bene. C’è una sola regola da rispettare quando si beve la birra, una cosa fondamentale per poter gustare la serata in santa pace: non andare assolutamente in bagno, dopo la prima bevuta. Infatti, se ciò accade è finita, da quel momento inizierà un andirivieni con il gabinetto. Un leggenda metropolitana racconta di un mitico bevitore di birra che riesce a resistere allo stimolo anche per due ore e che da quel momento per lui la serata è uno spasso, senza troppe capatine al wc. Sarà vero? Su una cosa sarete tutti d’accordo: se si beve la stessa quanti d’acqua, non si va al bagno come se si fosse bevuta la stessa quantità di birra. Ma perché questo accade? Bere alcol fa sì che si verifiche nel nostro organismo la soppressione temporanea di un ormone anti-diuretico (ADH). Questo ormone fa in modo che il corpo trattenga più a lungo i fluidi per assorbire più sostanze utili da esso. È una funzione fondamentale, visto che il nostro corpo produce circa 180 litri di liquidi in eccesso (pipì in potenza) al giorno. Il fatto che eliminiamo solo 1,5/2 litri accade proprio grazie all’ADH, che fa in modo che l’urina venga riassorbita dal corpo. (Continua a leggere dopo la foto)







Quando l’ADH è presente, i liquidi vengono riciclati e il quantitativo di urina che arriva alla  vescica è minore. Ci vuole un po’ prima che l’alcol sopprima effettivamente questi ormoni, così, dopo un paio di bicchieri, può capitare che venga improvvisamente voglia di fare pipì. Questo accade anche perché le bevande gassate contribuiscono ad aumentare la pressione nella tua vescica. Ora il fatto di andare a fare plin plin in modo intenso dopo la prima birra non avviene perché si ha la vescica debole. Dietro a tutto ciò c’è una ragione psicologica e fisica. (Continua a leggere dopo la foto)








 

Quando il corpo non si libera dalla pipì da diverso tempo, non si soffre particolarmente, infatti, i tessuti in un certo senso perdono sensibilità e si abituano alla sensazione. Se non si fa pipì da diverso tempo, non si sente il bisogno impellente perché la vescica piena non dà troppa noia. Invece, dopo la prima capatina in bagno, il cervello si abitua alla sensazione di una vescica libera e avviserà ogni qual volta si riempirà. Quindi è vero che bere alcol aumenta il bisogno di fare pipì. Dall’altro lato, però, presto o tardi si dovrà fare pipì, e dopo la prima volta non ci si fermerà più, per tutta la notte.

Ti potrebbe interessare anche: “Ma quello è William! E quella ragazza…”. Beccato! Tutti lo cercano durante una cerimonia ufficiale presieduta dalla regina in persona, ma lui non c’è. “Era con lei. E no, non parliamo di sua moglie Kate!

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it