Madonna e quello stupro mai denunciato: “Non vale la pena, troppa umiliazione…”


 

“Sei già stata violentata. Non ne vale la pena. Troppa umiliazione“. In un’unica frase Madonna sintetizza le ragioni per cui molte donne non denunciano il proprio stupratore. In un’intervista a “The Howard Stern Show”, la pop star – domenica era in Italia ospite a “Che tempo che fa” di Fabio Fazio – ha raccontato la sua esperienza. “Era il mio primo anno nella Grande Mela – ha detto – ed è stato pazzesco. New York non è stato tutto quello che pensavo fosse. Non mi ha accolto a braccia aperte. Il primo anno, sono stato fermata da uno stupratore. Violentata sul tetto di un edificio, trascinata fin lì con un coltello puntato nella schiena”.

Un oltraggio mai denunciato perché troppo umiliante raccontarlo, e quindi riviverlo. Secondo alcune ricerche, circa il 68 per cento degli stupri non sono mai segnalati. La denuncia comporta il sottoporsi a visite mediche per stabilire il reato, comporta il raccontarne i dettagli e il vedere tutto amplificato dai media. Questo potrebbe contribuire ad aggiungere umiliazione all’umiliazione, come dice Madonna. Ma se non si denuncia, il rischio è che il carnefice faccia altre vittime.

Ti potrebbe interessare anche: Così Madonna “si tocca” in diretta tv: siparietto hot per la libertà di espressione








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it