principe carlo cartelloni fine monarchia

“Basta, stop”. Carlo d’Inghilterra, un vero choc personale. Sta succedendo in tutto il Regno Unito

Ciò che avviene a Buckingham Palace colpisce sempre l’immaginario collettivo. Le vicende della famiglia reale appaiono lontane dai comuni mortali, ma proprio per questo sono circondate da un alone di mistero, come fossero una favola. Una favola dark, però, come hanno confermato tanti episodi, dalla morte di Lady D agli ultimi scandali legati all’allontanamento del principe Harry e della moglie Meghan Markle. La figura della regina Elisabetta II, che si staglia al di sopra di tutto e tutti, da sola non riesce a compensare le polemiche e i veleni reali.

Recentemente è stato il principe Carlo ha ricordare un momento particolarmente toccante, la morte del papà, il principe Filippo. Al principe morente Carlo disse: “Stiamo organizzando il tuo compleanno”. Ben sapendo che il padre non fosse affatto entusiasta all’idea. E Filippo rispose con la sua consueta ironia: “Devo essere vivo per festeggiare”. Adesso a far discutere è ancora il principe Carlo, finito al centro di una furente polemica.

principe carlo cartelloni fine monarchia

A quanto pare la corona non gode più dell’approvazione dei suoi sudditi. In giro per il Galles, infatti, in diverse città come Cardiff e Swansea ma anche nel Regno Unito sono apparsi dei cartelloni inattesi. Cosa c’è scritto su questi maxi cartelloni? Beh, il messaggio è piuttosto semplice: “Il Galles non ha bisogno di un principe”. E compare proprio la foto del principe Carlo. In altri cartelloni si legge: “La monarchia non è buona per la Bretagna né per il turismo”.


principe carlo cartelloni fine monarchia

Un attacco frontale alla monarchia, in particolare alla figura del principe Carlo. Non si tratta di uno scherzo di cattivo gusto. L’iniziativa è opera di un movimento chiamato “Republic” che fa leva su un antico sentimento del popolo gallese. Quest’ultimo non si spiega perché il primogenito di Elisabetta e Filippo porti il nome del Galles nel suo titolo. Inoltre Carlo e la duchessa di Cornovaglia Camilla vivono prevalentemente a Londra e nella campagna inglese del Gloucestershire.

Vero è che in rare occasioni il principe Carlo si rifugia nella villa di Llwynywermod, nel Galles meridionale, ma evidentemente non è sufficiente per scaldare i cuori dei gallesi. Così è partita la campagna “End The Monarchy” che chiede appunto la fine della monarchia alla morte della regina Elisabetta II. I cartelloni sono stati pagati da ingenti donazioni. Le affissioni non sono state rimosse in breve tempo, e ciò avrebbe rattristato parecchio il principe Filippo.

Pubblicato il alle ore 15:53 Ultima modifica il alle ore 20:10