Parlare da soli aiuta a farcela. Basta seguire 3 semplici regole

Hai mai parlato da solo? Ma certo che lo hai fatto. Come tutti, del resto. Ebbene, questa pratica che si chiama Self talk è molto comune: secondo psicologi e ricercatori, ognuno di noi fa un dialogo continuo con se stesso. Tra le 150 e le 300 parole al minuto. Significa che alcuni, alla fine della giornata, si sono detti ben 50.000 parole. Questa abitudine, si è scoperto, condiziona assai l’esito delle nostre azioni: a quanto pare, se parlando con noi stessi usiamo termini negativi, quei termini influenzeranno negativamente il nostro cervello che ci impedirà di portare a termine una determinata cosa. Ovviamente vale anche il contrario: se ci parliamo con termini gentili e positivi, la motivazione cresce. Il cervello se ne convince. E noi riusciamo. Ecco i tre segreti per un Self talk mitico.

(Continua a leggere dopo la foto)


1) Parla a te stesso come se fossi il tuo migliore amico: in modo onesto, diretto e soprattutto incoraggiante. Ricorri al self talk positivo in maniera costante, in modo da renderlo automatico. 

2) Usa il tu. Questo lo dicono i ricercatori dell’Università del Michigan che, analizzando un campione di persone, hanno visto che usare il tu invece dell’io è molto più persuasivo.

3) Puoi farcela; niente è impossibile, credi per vedere, le piaci, andrà tutto bene: usa espressioni così e la tua vita cambierà. Perché tu avrai cambiato approccio con lei. Provare.