Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Ovetti Kinder, jeans blu, Scarabeo e altre 19 cose innocue che in giro per il mondo sono vietate

Quando vi lamentate delle leggi italiane (anche noi) tenete presente che il mondo è grande. E assurdo. In certi paesi, per esempio, ci sono divieti al limite del paradossale. Vi elenchiamo qua sotto i 22 divieti più strambi che Quora ha pescato in giro per il mondo. Tenetevi forte.

(Continua a leggere dopo la foto)


 

1) In Burundi, per esempio, è vietato fare jogging. È così da marzo 2014. La decisione l’ha presa il presidente Pierre Nkurunziza, sostenendo che correre poteva essere una copertura per pianificare attività sovversive

2) In Turkmenistan, invece, è vietato cantare in playback. Secondo il presidente Saparmurat Niyazov non facendolo si salvaguarda la “vera cultura”. 

3) In Cina è vietato reincarnarsi senza il consenso dello Stato. Per i gruppi religiosi anche riconoscere un nuovo “piccolo Buddha” è vietato. Fate attenzione a non reincarnarvi nel posto sbagliato. 

4) In Romania, quando c’era Ceausescu era vietato giocare a Scarabeo, considerato un gioco sovversivo e malvagio. Da quando il divieto non c’è più, c’è una Federazione di Scarabeo tutta rumena.

(Continua a leggere dopo la foto)

5) Negli Usa guai a comprare gli ovetti Kinder: le sorprese sono pericolose se ingoiate. Quindi gli ovetti più buoni del pianeta sono banditi. Numerosi coloro che sono stati arrestati per possederne.

6) In Iran sei un uomo fuorilegge se porti i capelli col gel, con la coda di cavallo o con un’acconciatura a punta. 

7) In Australia sono vietati i film a luci rosse con attrici che hanno seni piccoli. Secondo alcuni politici le taglie piccole di reggiseno incentivano la pedofilia. 

8) Dal 1992, quando le gomma da masticare furono usate per sabotare i trasporti pubblici, a Singapore è vietata l’importazione e la vendita di tale prodotto.

(Continua a leggere dopo la foto)

9) Da quando nel 1990 l’attrice Claire Danes disse in un’intervista che Manila era sporca, nelle Filippine, non la vogliono più vedere..

10) In Danimarca hanno detto no all’Ovomaltina e a tutti quei prodotti arricchiti con vitamine. Secondo le autorità danesi tutte le vitamine necessarie sono presenti in una dieta equilibrata.

11) In India la pubblicità di alcolici è bandita. È così dal 1990.

12) In Francia, fino al 2008, eri un trasgressore se bevevi Red Bull. Si preoccupavano degli effetti della taurina sul corpo. Ora si può bere, ma in commercio c’è una versione leggermente differente.

13) In Cina film tipo Ritorno al futuro sono vietati: rappresentano in modo frivolo qualcosa che invece è serio. Aiuto. 

14) Sudafrica: occhio a fotografare la casa del Jacob Zuma. Chissà cosa avrà da nascondere…

(Continua a leggere dopo la foto)

15) In Corea del Sud è vietato indossare i jeans blu. Quel colore sarebbe associato agli Stati Uniti. Via libera ai jeans di tutti gli altri colori..

16) Se sei residente nel Principato di Monaco, non puoi giocare al casinò. Tutto iniziò nel 1860 quando il principe Carlo III iniziò a preoccuparsi che i sudditi perdessero tutti i loro soldi al casinò.

17) In Gran Bretagna, puoi morire ovunque ma non nella House of Parliament. Se muori lì, hai diritto a un funerale di Stato. Funerali che stressano parecchio il governo. 

18) In Germania è vietato camminare in autostrada. Se passate da quelle parti, assicuratevi di avere il serbatoio pieno.

(Continua a leggere dopo la foto)

19) Nelle Filippine, al karaoke, non si può cantare My way di Frank Sinatra. Anche se non c’è una legge specifica, è vietato. Motivo: con quel tono arrogante, la canzone ha portato ad almeno sei omicidi. 

20) Thailandia, il luogo dove il film Anna and the king è considerato «un insulto alla famiglia reale e distorce la storia del paese». In generale, dal 1930, ogni film che parla della monarchia thailandese è vietato. E i registi a rischio carcere.

21) In Corea del sud i ragazzi che hanno meno di 16 anni, non possono giocare online dopo le 24.

(Continua a leggere dopo la foto)

22) In Giappone è vietato ballare nei club dopo mezzanotte.  Avete da ridire su questa legge “morale pubblica”? Può darsi che venga fatta qualche modifica in vista delle Olimpiadi del 2020. Ma per il momento è così.

 


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004