Lady Diana usava sempre le pochette. Sai perché? Mica per moda: avevano una ‘funzione segreta’…

 

Il royal wedding di Harry e Meghan Markle, ora duca e duchessa del Sussex oltre che marito e moglie, ha dominato e domina ancora la cronaca. Seppure a distanza di giorni da quello che è stato definito (e giustamente, visto il clamore suscitato) ‘l’evento dell’anno’, continuano a uscire retroscena. Alcuni inimmaginabili, come i labiali dei reali intercettati dagli esperti; altri sfiziosi, come le parole della sposa al truccatore poco prima di andare all’altare: “Le ho chiesto se dovessi inchinarmi al suo cospetto perché non volevo mancarle di rispetto. Lei ha iniziato a ridere e mi ha detto: ‘Sarò sempre Meg!'”, ha raccontato il make up artist. Non fa niente, dunque, che oggi sia un membro ufficiale della famiglia reale nonché duchessa del Sussex, per gli amici vuole continuare a essere la ragazza che hanno sempre conosciuto. E poi, certo, dettagli sugli outfit a non finire. E poi lei, Lady Diana, che sarebbe stata senza meno orgogliosa di vedere il suo bambino giurare amore eterno alla donna che l’ha conquistato. È morta ventuno anni fa la mamma di William e Harry, ma il suo ricordo è sempre vivido. (Continua dopo la foto)

E un po’ è come se ci fosse stata anche lei, la principessa, al matrimonio che è stato celebrato il 19 maggio nel castello di Windsor. Per questo motivo, per omaggiarla, Harry ha preteso che fossero presenti i suoi fratelli alle nozze. Per questo motivo Meghan ha scelto i non ti scordar di me per il suo bouquet. Erano i fiori preferiti di quella che sarebbe stata sua suocera. A quest’ultima, ancora, apparteneva l’anello con acquamarina sfoggiato dalla sposa al party post cerimonia. Si è parlato tanto anche di Diana in questi giorni, anche se non c’è più. E a proposito di Lady D c’è una curiosità che forse non tutti ancora conoscono. In molte sue fotografie ricorre un accessorio che non era (ed è tuttora) solo modaiolo, ma aveva anche una ‘funzione segreta’, scrive Cosmpolitan: la pochette in raso. (Continua dopo le foto)




{loadposition intext}
Diana ne aveva di modelli e colori diversi, la maggior parte acquistati nel negozio di Anya Hindmarch. Borse che, come anticipato, non solo arricchivano i suoi outfit (sempre da dieci e lode, per la cronaca), ma avevano uno scopo preciso. La stessa Diana, si legge ancora su Cosmo, le aveva ribattezzate “cleavage bags”, “borse da scollatura”. Lo scopo, difatti, era proprio quello di coprire il décolleté quando faceva qualche movimento (come scendere dall’auto) per cui l’abito poteva ‘tradirla’. Così, per evitare che un fotografo immortalasse proprio quel momento, quella parte, la principessa si portava la pochette al petto per coprirla strategicamente. Capito che bel trucchetto? Trucchetto che ha sempre funzionato, a giudicare dalle foto-prova qui sopra. Geniale, vero?

“Guardate qua!”. Meghan Markle: il giorno delle nozze il dettaglio è sfuggito a tutti, ma ora non si parla d’altro


Pubblicato il alle ore 15:58 Ultima modifica il alle ore 16:42