Quali lingue sono più facili da imparare?

Contenuto sponsorizzato – Non riesci a decidere quale nuova lingua imparare? Ovviamente, prima di farlo, ricorda che ci sono tante opzioni. Dovresti scegliere una lingua più parlata come lo spagnolo, una lingua politicamente rilevante come il russo o una che puoi usare nella tua prossima vacanza? 

Queste sono tutte motivazioni valide, ma eccone un’altra: il tempo per studiare una lingua spesso è molto poco. 

Perché quindi non imparare una lingua che sarà relativamente facile da imparare? Andiamo a vedere quali sono quindi queste fantomatiche lingue più semplici da imparare e perché sono relativamente semplici.


Lingua Norvegese

Questo può essere una sorpresa nella nostra lista, eppure, il norvegese, è abbastanza semplice da imparare, soprattutto se parli qualche parola inglese. Il norvegese fa parte della famiglia delle lingue germaniche – proprio come l’inglese. Questo significa che le lingue condividono un bel po’ di vocabolario, come ad esempio il nome delle stagioni – scritte diversamente ma dalla stessa pronuncia.  

Un altro punto a favore del norvegese: la grammatica è piuttosto semplice, con una sola forma di ogni verbo per ogni tempo. E l’ordine delle parole imita da vicino l’inglese. Per esempio, Can you help me? si traduce in Kan du hjelpe meg? – le parole sono nello stesso ordine in entrambe le lingue, quindi padroneggiare la struttura delle frasi è un gioco da ragazzi.

Infine, avrete molto più margine di manovra nella pronuncia quando imparerete il norvegese. Questo perché in Norvegia ci sono una vasta gamma di accenti diversi e, quindi, più di un “modo corretto” di pronunciare le parole. 

Lingua Svedese

La nostra seconda lingua più semplice proviene dalla Scandinavia e dalla famiglia delle lingue germaniche (si, come il Norvegese). Come il norvegese, lo svedese ha regole grammaticali relativamente semplici e un ordine delle parole simile a quello dell’inglese. Oltre a questo, tutte le persone hanno pronunciato – volontariamente o meno – qualche parola svedese, grazie ad IKEA ed al nome dei suoi mobili piuttosto complesso da pronunciare. Certo, un’insegnante privato come quelli che trovi su Preply.com potrebbe insegnarti qualcos’altro oltre ai nomi delle scrivanie, ma la scelta è tua.

Lingua Spagnola

Questa scelta non dovrebbe essere una sorpresa. Lo spagnolo è sempre stata una lingua che gli anglofoni possono imparare grazie alla sua praticità e alla sua ampia portata. Beh, è anche una delle lingue più facili da imparare per chi parla Italiano. 

Lo spagnolo è una delle lingue che deriva dal latino – come molte parole Italiane, quindi numerose parole hanno lo stesso significato. La pronuncia spagnola è abbastanza semplice. È una lingua fonetica – per la maggior parte, le sue parole sono pronunciate nel modo in cui sono scritte. Ma attenzione a chi odia la grammatica: Lo spagnolo ha un certo numero di tempi verbali diversi e di eccezioni alle regole grammaticali che possono creare confusione. Tuttavia, i tempi si allineano in gran parte con quelli che usiamo in Italiano, quindi non sono così difficili da imparare come si potrebbe pensare. 

Ma forse il più grande pro per scegliere di imparare lo spagnolo è la sua prevalenza nella nostra vita quotidiana. Secondo recenti statistiche, lo spagnolo è la seconda lingua più parlata al mondo, con oltre 400 milioni di madrelingua. 

Lingua Olandese

L’olandese è un’altra lingua germanica nella nostra lista. È parlata dalla maggior parte dei cittadini dei Paesi Bassi e da gran parte della popolazione belga. È la terza lingua germanica più parlata, dopo il tedesco e l’inglese, il che ha senso – grazie al vocabolario comune, l’olandese suona come una combinazione di tedesco e inglese. 

Una caratteristica davvero interessante dell’olandese è che molte parole sono scritte esattamente come in inglese, più che in quasi tutte le altre lingue. Tuttavia, fate attenzione, perché spesso sono pronunciate in modo diverso. 

Pubblicato il alle ore 12:23 Ultima modifica il alle ore 14:28