“Ci ha lasciati”. Addio al duro del cinema. Il nome dell’attore legato per sempre a film indimenticabili

Se n’è andato nel silenzio nella giornata di lunedì scorso ma solo ieri in serata la notizia è stata resa pubblica. 88 anni, il duro del cinema si è spento in ospedale. A dare l’annuncio è stata la moglie. La causa della morte non è stata rivelata. Amico di Clint Eastwood e Arnold Schwarzenegger, lascia in eredità decine di pellicole. Una carriera iniziata da lontano la sua. Nei primi anni ’40, quando era poco più che un bambino comparendo sul set del film Il fantasma di Frankenstein, con Bela Lugosi protagonista.


La sua fama è legata indissolubilmente al ruolo di Joe Riley nella serie TV Laredo e di Neil Agar ne L’invasione delle Api regine. Nel corso della sua carriera ha collaborato con diverse personalità di spicco nel mondo dello spettacolo, si pensi a David Cronemberg nel film Veloci di mestiere, Arnold Schwarzenegger nella pellicola Conan il barbaro e con Clint Eastwood nel film Fai come ti pare. Era apparso al fianco di George Kennedy e Jack Warden nella serie poliziesca del 1961 The Asphalt Jungle.

William Smith


Parliamo di William Smith. La moglie di Smith, Joanne Cervelli Smith, ha confermato a The Hollywood Reporter che l’attore è morto lunedì, al Motion Picture & Television Country House and Hospital di Woodland Hills, in California. La spiccata capacità di parlare la lingua russa gli ha dato la possibilità di recitare nel film Alba rossa, con Patrick Swayze.


William Smith

William Smith, una vita per il cinema

Appare anche come commesso nel cult intramontabile diretto da Francis Ford Coppola: I ragazzi della 56ª strada. Tra le note di colore, William Smith spesso si era vantato di aver battuto in una sfida a braccio di ferro il collega Arnold Schwarzenegger. Fiero del suo titolo ha però anche elogiato l’amico descrivendolo come un attore unico, per il quale non esistevano controfigure o stuntman che potessero sostituirlo, vista la sua grandezza e prestanza fisica.

William Smith


Per William Smith, uno dei suoi ruoli più memorabili è stato nella miniserie del 1976 Rich Man, Poor Man. “Il mio cattivo preferito sullo schermo televisivo sarebbe Falconetti della miniserie Rich Man, Poor Man e Rich Man, Poor Man Book II”, ha detto a BZFilm in un’intervista del 2010. “Mi è piaciuto molto lavorare con Nick Nolte e Peter Strauss. Le scene di combattimento con Nick e io erano buone”.

Pubblicato il alle ore 15:42 Ultima modifica il alle ore 15:42