Cinema in lutto, “un pezzo di storia se ne va”. L’attore si è spento dopo una lunga malattia

“È con il cuore pesante che riporto la notizia che il nostro amico è morto dopo una lunga e terribile malattia. Il mondo delle arti ha perso un attore magnifico ed io, per esempio, ho perso un carissimo amico”. Poche parole per dire addio uno dei simboli del cinema britannico. Icona dei film horror è comparso in circa 90 pellicole, tra cui molte della casa di produzione Hammer Films, negli anni ’70 aveva recitato in film come “Frankenstein e il mostro dell’inferno”, “Capitan Kronos – Cacciatore di vampiri”, “Rose rosse per il demonio”, “La creatura di Frankenstein”, “Quattro farfalle per un assassino”, “Storia della marchesa De Sade”.


Uno dei suoi ruoli più rilevanti è stato in “L’amante di Lady Chatterley” (1981) di Just Jaeckin: era Sir Clifford Chatterley, lo spregevole e cinico marito di Lady Constance Chatterley (Sylvia Kristel), rimasto invalido e impotente dopo un incidente in guerra. Tra gli altri suoi film degli anni ’80 figurano “Cassandra”, “Comrades – Uomini liberi” e “Cronaca nera”. In seguito ha fatto molte apparizioni in serie tv.

shane briant


Al momento, non ci sono più informazioni sulla morte dell’attore. Nel 2014 aveva raccontato il grande onore di far parte della famiglia di film Hammer: “È un onore essere considerato in una famiglia che include, tra molti altri nomi, Fisher, Lee, Cushing, Pitt, Bates, Smith. Gli Hammer Films sono la storia del cinema, quindi, in un certo senso, vivere anche. “.


shane briant


Lui e Shane Briant. Dopo la sua carriera cinematografica, Shane ha pubblicato sette romanzi in Australia e uno negli Stati Uniti e ha iniziato a scrivere sceneggiature per film e TV. Condividendo il modo in cui ha iniziato a scriverla ha detto a Cinebeats nel 2009: “Ho iniziato a scrivere come esercizio nel 1994, quando mi è stato assegnato un contratto per andare in Europa in una serie TV per bambini chiamata Mission Top Secret.

shane briant oggi


“Ho cambiato le mie sceneggiature per trent’anni, quindi ho pensato perché non vedere se puoi scrivere un romanzo. Così ho scritto un giorno per giorno mentre giravamo per l’Europa. La storia è iniziata in Spagna, si è trasferita in Svizzera, poi andò in Germania, Francia e infine Polonia”.

Pubblicato il alle ore 19:31 Ultima modifica il alle ore 19:31