Pif nabila compagna figlia

“Fantastica”. Pif, ecco chi è la compagna (e madre di sua figlia). Finalmente si mostrano insieme

All’anagrafe Pierfrancesco Diliberto, anche se tutti lo conosciamo sotto lo pseudonimo Pif. In questi gironi si parla di lui per via dell’uscita del suo terzo lavoro. Il lungometraggio “E noi come stronzi rimanemmo a guardare”. Targato Sky Original, prodotto da Wildside, Vision Distribution e I Diavoli, è presentato quale Evento Speciale alla XVI Festa del Cinema di Roma. Scritto da Michele Astori e Diliberto, liberamente ispirato al concept Candido e la tecnologia del collettivo I Diavoli, è interpretato da Fabio De Luigi e Ilenia Pastorelli, nonché lo stesso Pif, Valeria Solarino, Maurizio Marchetti, Maurizio Lombardi e Eamon Farren.

E proprio Pif si è presentato alla Festa del Cinema di Roma, stavolta non da solo, ma insieme alla sua compagna. Il regista, attore e conduttore palermitano, sempre geloso della sua vita privata, per una rara volta, si lascia immortalare con Nabila. La donna, che sta magicamente col suo tailleur pantalone verde bacia Pif e si mostra sorridente ai fotografi. Per chi non lo sapesse infatti, Pif ha messo su famiglia e dedica molto tempo alla sua donna e alla bimba, senza però dimenticare la passione per la tv e il cinema.

Pif nabila compagna figlia

Il suo film una pellicola contro le condizioni di lavoro attuali e la solitudine dei social. “Il lavoro a cottimo dilaga, è giunto il momento di scandalizzarci, non è possibile che in Italia ci siano settori in cui si lavora in condizioni vergognose”, sottolinea l’ex ‘iena’. De Luigi incarna Arturo, un manager rampante ma disgraziato: l’algoritmo che introduce in azienda lo renderà presto superfluo.


Pif nabila compagna figlia

In un solo colpo perde fidanzata, posto di lavoro e amici. Si adatterà a fare il rider, ovvero lo schiavo, per la multinazionale Fuuber, trovando l’unica consolazione a un’esistenza sempre più agra e grama in Stella (Pastorelli), l’ologramma “anima gemella” del’app sviluppata dalla stessa Fuuber.

Pif nabila compagna figlia

Per Pif si tratta del terzo film dopo ‘La mafia uccide solo d’estate’ (2013) e ‘In guerra per amore’ (2016), arriverà il 25, 26 e 27 ottobre in sale selezionate. Con un particolare appiglio al presente: “Il balletto nazifascista che abbiamo messo a inizio film: da cittadino sono spaventato, da regista l’ho azzeccato”, ha detto.

Pubblicato il alle ore 11:47 Ultima modifica il alle ore 11:47