Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Morto Jean-Luc Godard

Cinema in lutto, il maestro se n’è andato per sempre. Con oltre 150 film ha segnato un’epoca

  • Cinema

Regista, sceneggiatore, montatore e critico cinematografico francese, fra i più importanti registi della seconda metà del novecento e fra i principali, se non il principale, esponenti della Nouvelle Vague. Morto Jean-Luc Godard, aveva 91 anni. La conferma è arrivata dal quotidiano parigino Libèration che lo ha definito “Un regista totale con mille vite e un’opera tanto prolifica”.

Erano anni che il regista non si vedeva in pubblico. Non presenziava alle cerimonie ufficiali, non accompagnava i suoi film e non si presentava al ritiro dei premi. Jean-Luc Godard era nato a Parigi il 3 dicembre 1930 in una ricca famiglia borghese protestante di origine svizzera.

Morto Jean-Luc Godard


Morto Jean-Luc Godard, il regista della Nouvelle vague

Jean-Luc Godard si è sempre contraddistinto per la sua produzione attenta alle forme espressive e al contenuto ideologico ed era famoso per essere contro il capitalismo e la cultura di massa. Oltre 150 le sue opere tra film e video. Famoso il manifesto della Nouvelle Vague, À bout de souffle (Fino all’ultimo respiro) del 1961 con Jean Paul Belmondo e Jean Seberg, che ha segnato la linea di demarcazione fra epoche e culture della storia del cinema.

Morto Jean-Luc Godard

Trai grandi successi di Jean-Luc Godard Questa è la mia vita (1962); La donna è donna (1962); Les carabiniers (1963); Il disprezzo (1963), tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia; Una donna sposata (1964); Il bandito delle ore undici (1965); Il maschio e la femmina (1966); Una storia americana (1966); Due o tre cose che so di lei (1966). Premiato con il Leone d’oro nel 1984 e l’Oscar alla carriera nel 2011, le opere del regista Jean-Luc Godard, morto il 13 settembre a 91 anni, sono state fonte di ispirazione per molti registi di Hollywood come Quentin Tarantino, il quale ha chiamato la sua casa di produzione come uno dei suoi primi film, Bande à part.

L’ultimo lavoro di Jean-Luc Godard, Le livre d’image (Il libro dell’immagine) è stato presentato in concorso al festival di Cannes ma il regista non è andato a ritirare il premio perché, come detto, negli ultimi anni il maestro ha vissuto lontano dai riflettori in un borgo svizzero. In quell’occasione parò ai giornalisti collegandosi in video con un cellulare: “A questa età ho difficoltà a vivere la mia vita, ma ho ancora il coraggio di immaginarla”.

Cinema in lutto, l’attore 46enne morto all’improvviso. Lavorò con Roberto Benigni e Gigi Proietti


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004