“Sei stata unica”. Lutto nel cinema italiano, addio all’attrice dai mille talenti

Lutto nel mondo del cinema, della tv e del teatro. È morta a 72 anni Ludovica Modugno. Grande attrice e doppiatrice, le sue interpretazioni rimangono negli annali del cinema che oggi, piange la scomparsa di una delle sue artiste più valide di sempre. La Modugno fu uno dei tanti volti televisivi degli anni’60. La donna è morta a causa di una lunga malattia per cui combatteva da anni. Ha recitato in film indimenticabili Marcellino pane e vino, Ricordo la mamma, Cime tempestose e tanto altro. Inoltre, è ricordata per aver fondato la compagnia teatrale L’Albero che ha prodotto diversi spettacoli di altissimo calibro.

A farle una dedica il collega e amico Allendro Gassman che su Twitter scrive: “Muore Ludovica Modugno, grande attrice, doppiatrice, amica, persona intelligente e gentile. RIP”. Come scrive Repubblica, per lei recitare era esistere, era lo stesso che pensare, era un modo per comunicare, era una ragione del cuore e dell’animo, era un dovere etico ed estetico, era un pretesto per sorridere e commuoversi, è stata per tanto tempo una vocazione condivisa col marito teatrante Gigi Angelillo scomparso nel 2015.

ludovica modugno morta

Il suo esordio a 4 anni nel primo romanzo sceneggiato, “Il dottor Antonio”, e il contemporaneo debutto nel doppiaggio nel ruolo vocale del bambino protagonista del film “Marcellino pane e vino”. Non si fece mancare anche un primo affaccio a teatro a 7 anni, in “Alcesti” di Euripide, con messinscena di Guido Salvini. Per Ludovica Modugno tanti sceneggiati televisivi dagli anni Sessanta in poi (ne “La Pisana” fu la protagonista infantile).


ludovica modugno morta

Tanto teatro ma anche cinema per Ludovica Modugno: Comencini, Ponzi, Marino, Placido, Parenti, Risi, Virzì, con Checco Zalone in “Quo vado?” di Nunziante, e una volta anche in una regia di suo fratello Paolo Modugno, sempre molto vicino a lei in questi ultimi mesi. E quindi “Cime tempestose” del 1956, ma anche “Il maresciallo Rocca” e “Distretto di Polizia”.

ludovica modugno morta

E poi il doppiaggio di attori del calibro di Glenn Close, Cher, Angjelica Huston, Julie Christie, Jacqueline Bisset, Hanna Schygulla, Emma Thompson, Julianne Moore, Meryl Streep, Fiona Shaw, Charlotte Rampling. E tante altre. Addio a Ludovica Modugno.

Pubblicato il alle ore 10:38 Ultima modifica il alle ore 10:38