Mondo del Cinema in lutto. Muore suicida a 63 anni: il ricordo della famiglia e dei colleghi

John Lafia, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico statunitense e autore del celebre film horror ”La bambola assassina” e direttore del sequel, è morto suicida a Los Angeles. Lafia aveva 63 anni. Secondo l’ufficio del coroner della Contea di Los Angeles, l’uomo si è suicidato impiccandosi nella sua casa. La notizia è stata confermata dalla famiglia.

“È con grande tristezza che annunciamo che l’amorevole padre, scrittore cinematografico e televisivo, regista, produttore e musicista John J. Lafia è morto mercoledì 29 aprile”, ha scritto in una nota la famiglia di John dando la notizia della sua scomparsa. Il professionista dell’intrattenimento era famoso a Hollywood per il suo lavoro nel franchise de ”La bambola assassina”, con il primo film della serie che segna il debutto dell’iconico personaggio di Chucky. (Continua a leggere dopo la foto)


John ha inventato il nome del personaggio, così come la frase: “Ciao, sono Chucky, vuoi giocare?”. Ha co-creato la bambola immaginaria con Don Mancini e Tom Holland mentre tutti hanno co-sceneggiato la sceneggiatura de ”La bambola assassina” del 1988. Lafia ha esordito nel 1988 sceneggiando e dirigendo il film Blue Iguana, proiettato fuori concorso al Festival di Cannes. (Continua a leggere dopo la foto)

L’amico e collega Don Mancini si è detto “devastato nell’apprendere la morte di John. Era un artista incredibilmente generoso. Mi ha permesso di accompagnarmi con lui in ogni riunione e di metterlo in ombra sul set. Mi ha insegnato di più sul cinema durante la produzione di quel film che diversi semestri nella scuola di cinema. John è stato anche una delle persone più naturalmente curiose e costantemente creative che abbia mai incontrato, qualcuno che scattava sempre foto e annota idee”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Nello stesso anno firmò la sceneggiatura, con Don Mancini, dell’horror La bambola assassina (Child’s Play, titolo originale) diretto dal regista Tom Holland. Con Mancini sceneggiò anche La bambola assassina 2 (1990), di cui Lafia è stato il regista. Ha poi diretto i film Il miglior amico dell’uomo (1993) e Bombmeister (1995). Lafia in seguito ha scritto altri film. Negli ultimi anni è passato a scrivere film per la televisione. John Lafia ha anche scritto e diretto la miniserie Magnitudo 10.5 e il suo sequel Apocalypse – L’apocalisse.

“È durissima”. Claudia Amendola, il suo grido di dolore a Domenica In: Mara Venier resta in silenzio