Lutto nel cinema, addio a un protagonista. Col suo volto ha raggiunto il successo in film da leggenda

Ad annunciare la sua morte è stata la famiglia. 92 anni, una leggenda del cinema. Prima stutman, poi regista. Se n’è andato lo scorso 11 maggio ma per motivi di privacy è stato reso noto solo oggi. Il suo nome legato per sempre a quello di Clint Eastwood. Con lui e la sua Malpaso Productions in quasi tre dozzine di film per più di quattro decenni. Membro fondatore della Stuntmen’s Association of Motion Pictures e membro della Stuntmen’s Hall of Fame, Van Horn ha iniziato come controfigura di Eastwood in Coogan’s Bluff (1968) di Don Siegel.


Sono stati accoppiati in altri film di Siegel come Two Mules per Sister Sara (1970), The Beguiled (1971) e Dirty Harry (1971) prima che Eastwood lo assumesse per un film che stava anche dirigendo, High Plains Drifter (1973). A proposito di Eastwood, “È un ragazzo piuttosto fisico e gli piace fare le sue acrobazie. Alcune delle cose che fa sono state abbastanza facili da farsi male “, ha detto in un’intervista del 2011. “Ho provato a dissuaderlo a volte, ma non con successo la maggior parte delle volte. È andato e li ha fatti comunque, molti di loro. È stato picchiato un paio di volte”.

Buddy Van Horn

Buddy Van Horn, una vita dietro la macchina da presa

Lui è Buddy Van Horn. Talento e coraggio da vendere, ha lavorato come regista della seconda unità in Magnum Force (1973) con Eastwood, poi ha preso le redini di Any What Way You Can (1980), The Dead Pool (1988) e Pink Cadillac (1989), gli unici tre film che ha mai guidato. In un’intervista del 1988, Eastwood disse che lui e Van Horn “condividono gli stessi gusti, in termini di far uscire la storia davanti alla telecamera. Il gusto è una cosa sfuggente che davvero non puoi spiegare a qualcuno. C’è o non c’è”.


Buddy Van Horn clint eastwood


Buddy Van Horn è stato anche il coordinatore degli stunt di molti film di Eastwood, tra cui The Gauntlet (1977), Sudden Impact (1983), Pale Rider (1985), In the Line of Fire (1993), Space Cowboys (2000), Mystic River (2003). ), Million Dollar Baby (2004), Letters From Iwo Jima (2006) e J. Edgar (2011), il suo credito finale.

Buddy Van Horn clint eastwood

Buddy Van Horn era nato il 20 agosto 1928, nel backlot degli Universal Studios, dove suo padre era un veterinario. Ha iniziato nei film come un cavallo extra, poi è tornato all’attività nei primi anni ’50 dopo aver servito due anni in Germania con l’esercito degli Stati Uniti.

Pubblicato il alle ore 17:43 Ultima modifica il alle ore 17:43