Pioggia di stelle “scuote” le mura del Nome della rosa


Per chi crede ai segni deve essere stato uno spettacolo tutto da analizzare all’insegna del mistero. Sulla Sacra di San Michele, nella piemontese Val di Susa, il fotografo Valerio Minato (che ha trovato spazio su repubblica.it) è riuscito a immortalare un cielo pieno di stelle, come poche volte succede, almeno a quelle latitudini piovose. Il cielo limpido e “illuminato” ha fatto da cornice all’abbazia che ha ispirato l’ambientazione de Il nome della rosa. Il cielo, nelle notti scorse, comunque siano andate le cose, era molto vicino.











Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it