Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo di nuovo alle prese con la giustizia. Sesso, droga, musica e polizia: ecco perché nei verbali dello scandalo finiscono i nomi dei due cantanti


 

Scandalo “divise” sporche a Napoli, oggi Gigi D’Alessio e la compagna Anna Tatangelo, come riporta Il Messaggero, saranno ascoltati in Procura.

 

(Continua dopo la foto)



L’inchiesta coinvolge tre agenti in servizio al commissariato di Marcianise indagati nell’ambito di un’operazione della Dia di Napoli insieme ad altre 13 persone, uno di loro è anche accusato di aver coperto lo spaccio di droga a Marcianise. Un altro, secondo gli inquirenti, faceva invece parte di una delle presunte organizzazioni criminali coinvolte, capeggiata da un pregiudicato del clan camorristico Belforte. Uno dei tre poliziotti, arrestati ieri, avrebbe utilizzato un’auto di servizio per accompagnare il noto cantante, estraneo alle indagini, a Napoli per la presentazione di un album. Il reato contestato, per questo fatto, è di peculato.

Lo stesso poliziotto, sempre secondo le notizie diffuse sull’inchiesta, sarebbe anche andato a New York in occasione di un concerto di D’Alessio. D’Alessio non è indagato perché la procura non ha riscontrato dolo nella sua condotta, ma sarà comunque interrogato dal pm Landolfi come persona informata sui fatti. Anche la sua compagna, Anna Tatangelo, verrà ascoltata dal pubblico ministero.

Ti potrebbe interessare anche: Sesso nelle auto della polizia e giri strani: agenti arrestati. E spuntano quei favori a Gigi D’Alessio… Ma il cantante si difende così