”Ti hamo d’amorire”, grammatica e sentimenti non vanno sempre d’accordo (esempi strepitosi!)


Al cuore non si comanda: questa è una verità che non intendiamo discutere, ma ci sono delle eccezioni. Se, per esempio, il ragazzo tanto carino e divertente conosciuto la sera prima ti sconvolge con un terrificante messaggio sgrammaticato è il caso di dare retta alla ragione… e dopo aver suggerito un corso di grammatica al malcapitato, scappare a gambe levate. È quello che suggerisce Alessandra Parenti che dei messaggi di approccio “grammaticalmente scorretti” ha voluto farne un’esilarante raccolta nella pagina Facebook Scartare corteggiatori e potenziali amanti per gli errori grammaticali



“La pagina è nata nel 2010, in seguito a un’esperienza personale con un corteggiatore tanto carino quanto ‘sgrammaticato’ – racconta Alessandra – L’entusiasmo fu immediatamente troncato dopo quei primi terrificanti messaggini sulla chat di Facebook: ‘Ciao, come va? Io sono all’avoro’”.


Nel giro di pochi anni la pagina ha conquistato oltre 100.000 fan: “Purtroppo – spiega ancora Alessandra – era un’esperienza destinata a ripetersi, non solo per me. In questi anni la pagina ha raccolto migliaia di iscritti, che condividono lo stesso disagio nell’assistere al deturpamento della lingua italiana e lo ‘esorcizzano’ inviandomi le loro segnalazioni, trasformandola così in una sorta di denuncia ironica ed esilarante dell’ignoranza”

Per proseguire clicca su Next