Sogni i capelli ricci senza andare dalla parrucchiera? Basta un rotolo di carta igienica…


Vuoi creare dei ricci perfetti senza utilizzare ferro o piastra? Nel mondo dell’hair style ormai non ci sono più segreti, gli oggetti di uso comune vengono riutilizzati per fare acconciature e per pettinare i capelli, dai calzini alle penne. L’oggetto in questione, invece, è davvero bizzarro. Stiamo parlando della carta igienica. Avete capito bene. Basta seguire questi semplici passi e avrete una chioma da leoncine.

(Continua a leggere dopo la foto)








1. Lava i capelli e applica una spuma volumizzante. Questo passo è necessario per eliminare polveri ed eventuali pieghe dei capelli.

2. Le stranezze incominciano da questo passaggio. Ora è il turno di prendere la carta igienica e strapparne tanti pezzettini. Una volta terminato questo lavoro si dovrà passare al laborioso compito di arrotolare su se stesso ogni fogliettino, ovviamente dal lato più lungo, in modo da creare tanti cordoncini di carta igienica abbastanza resistenti da non strapparsi alla prima pressione. (Continua a leggere dopo la foto)




3. Ora che abbiamo creato i cordoncini dobbiamo montarli sui capelli. Bisogna dividere la chioma in tante ciocche e a una a una arrotolare i capelli attorno al cordoncino di carta igienica, partendo dalla punta fino a raggiungere la radice. Per fissare il tutto ed evitare che l’impalcatura crolli si devono annodare le due estremità della carta igienica in piccolo nodo.

4. A questo punto è necessario asciugare i capelli. In estate è possibile anche aspettare l’asciugatura al sole. Con le temperature basse, per evitare reumatismi e mal di testa, meglio utilizzare phon e diffusore.

5. Una volta terminata l’asciugatura possiamo liberare i capelli dalla carta igienica e scoprire il risultato. Le onde a questo punto saranno molto pronunciate ma basterà passare le dita tra i capelli per districare le ciocche e creare un effetto più morbido.


Può anche interessarti:

Vuoi i capelli mossi (alla Belen)? Ecco come farli a casa con un calzino (e giusto un po’ di lacca)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it