La dieta dei colori per dire addio a chili di troppo, stanchezza e malumore


Quasi inverno, giornate uggiose, mosceria, tristezza andante e fame. Ma il cattivo umore si può sconfiggere a tavola usando i colori giusti. Ogni colore, infatti, ha un potere “magico”. Scegliendo i colori giusti da mettere nel piatto, si può tenere sotto controllo tutto: dalla pressione, al peso, dalla stanchezza all’umore. Ecco a voi i colori da scegliere per curare un po’ tutto a partire da ciò che madre natura ci offre.

(Continua a leggere dopo la foto)








– Bianco. Aglio, cipolla, cavolfiore, finocchio, porro, pere e mandorle: sono tutti cibi che combattono ipertensione e arteriosclerosi. Che altro fanno? Abbassano i livelli di colesterolo, fanno bene alla pressione, controllano i radicali liberi, fluidificano il sangue. Ah! Fanno benissimo alle ossa.

– Giallo. Ovvero energia. Miele, olio d’oliva extravergine e ananas, tanto per dirne alcuni. Combattono l’invecchiamento e la stanchezza, attivano la circolazione, fanno miracoli su milza, apparato urinario e fegato. Antiossidanti.

(Continua a leggere dopo la foto)




– Arancione. Cioè il colore che, più di tutti, fa bene alle difese immunitarie. Qualche esempio? La zucca (depurativa); ma anche le patate dolci, le albicocche, il melone. Tutti alimenti che contengono tanta vitamina A che fa benissimo alla pelle (contrastano eczema e psoriasi); denti, capelli e ossa. Inoltre aumentano la produzione di spermatozoi e contribuiscono ad aumentare le difese contro le infezioni vaginali.  

– Rosso. Sempre giovani. Grazie ai tanti antiossidanti presenti negli alimenti rossi. E se pensate che il rosso in tavola possa esistere solo d’estate (pomodoro, anguria, ciliegie, fragole e ribes), non considerate che anche d’inverno ce ne sono tanti. Per esempio le arance, le barbabietole, il peperoncino, i fagioli rossi, il radicchio. I cibi rossi aiutano la circolazione e prevengono l’aterosclerosi.

(Continua a leggere dopo la foto)


– Blu/viola, ovvero mirtilli, ribes, melanzane, uva nera, prugne, fichi e more: tutti cibi che contrastano le patologie cardiovascolari, migliorano la circolazione, stimolano le funzioni urinarie. Prevengono l’invecchiamento e le patologie neuro-degenerative.

– Verde. Anche i cibi verdi contrastano l’invecchiamento. Inoltre disintossicano e fanno bene al cuore e al drenaggio linfatico. Qualche alimento verde da mettere nel piatto? Ce ne sono in quantità: spinaci, piselli, rucola, broccoli, cicoria, peperoni, prezzemolo, lattuga, zucchine. Questi ultimi, particolarmente ricchi di sali minerali, aiutano a prevenire anemia e trombosi.

Leggi anche: Bye-bye dieta: i chili di troppo si sconfiggono col metabolismo veloce. Ecco 10 segreti per attivarlo

Arrivare a 115 anni? Ecco la dieta della donna più vecchia d’Europa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it