Capelli secchi: balsamo o maschera? Meglio il due in uno


Prima dello styling, si sa, viene l’haircare: affannarsi con spazzola e piastra serve a poco se i capelli non sono in ottima forma. I capelli secchi, in particolare, necessitano di costante idratazione per mantenere un aspetto salutare e setoso. Al contrario, una chioma disidratata appare sfibrata e opaca: il modo perfetto, insomma, per sembrare stanche e poco curate, anche se il look e il trucco sono impeccabili.

Col cambio di stagione è doppiamente importante coccolare la chioma, per renderla più forte e vitale: quando il tempo fa le bizze, il ricorso a piastra e trattamenti vari aumenta e così il rischio di stressare il capello. Hai già pensato a un nuovo colore da sfoggiare in autunno, o a un taglio di tendenza che necessita di lisciatura e stiratura per disciplinare i capelli crespi? Sperimentare è bellissimo: per ottenere le giuste soddisfazioni, però, devi prima concentrarti sulla cura del capello, a cominciare dalla scelta della maschera per capelli secchi.






Qual è il prodotto migliore per i capelli crespi?

Piastra, colore e altri trattamenti possono comportare uno stress elevato per i capelli che, al contrario, devono essere il più possibile rispettati e trattati con dolcezza. Se la tua chioma appare priva di volume, poco lucida e indebolita, la prima cosa da fare è applicare un prodotto specifico per nutrirla, ammorbidirla e districarla. Le maschere idratanti sono studiate per penetrare in profondità, rilasciando sostante nutrienti e agenti condizionanti utili per idratare i capelli rovinati, sciogliere i nodi, ristrutturare la fibra capillare e ridurre le cariche elettrostatiche. Un’azione simile è svolta dal balsamo, studiato per migliorare l’elasticità dei capelli, donare luminosità e uniformare la struttura del capello. La differenza consiste soprattutto nel tempo di posa e nella texture, più fluida nel caso del balsamo. La maschera è, in generale, un trattamento più concentrato: anch’essa, però, deve nutrire senza appesantire il capello. Qual è, fra i due, il prodotto migliore per i capelli secchi? L’ideale è alternare maschera e balsamo: o, ancora meglio, ricorrere a un trattamento versatile che combini i due utilizzi.

Mai più senza: la maschera per capelli naturale

Sia il balsamo che la maschera vanno applicati con una certa regolarità, idealmente una o due volte a settimana: meglio, dunque, scegliere un trattamento per capelli secchi a base di sostanze naturali, efficace senza essere aggressivo. Il perfetto alleato per i capelli crespi e ribelli è Fructis Hair Food Banana, realizzato con il 98% di ingredienti di origine naturale: una maschera per capelli secchi triplo uso che può essere usata in tanti modi. Come balsamo o maschera, ma anche come trattamento senza risciacquo sui capelli bagnati o asciutti: vuoi mettere la comodità? La texture è ultraleggera e si assorbe con facilità, fondendosi letteralmente col capello: la formula, inoltre, è vegana, senza siliconi e coloranti artificiali. Per rendere il trattamento ancora più efficace puoi avvolgere i capelli in un asciugamano o in una pellicola dopo aver applicato il prodotto: il calore faciliterà la penetrazione dell’hair food e il risultato sarà ancora più sorprendente.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it