Donne che vestono sempre di bianco: il significato


Come per quanto riguarda il nero, anche il colore bianco può essere considerato come assenza di colore e insieme di tutti gli altri. Sono comunque assoluti ed intransigenti e possono evocare tutto o niente. In alcune culture, come accade in Asia, il bianco è associato alla morte e al lutto. Ma in generale è considerato come colore della libertà, della pace, della purificazione, della purezza, permette l’incoraggiamento ad essere ordinati e favorisce inoltre la chiarezza dal punto di vista mentale.

E ancora il bianco invita alla leggerezza, a prendere le cose senza aspettative, pesi e con disinvoltura. Non ci sono molti aspetti negativi in questa cromatura, ma in alcune circostanze è ritenuto freddo e vuoto oppure può suscitare nella gente sensazioni di distacco, di freddezza, di poco interesse a livello percettivo. Alcuni test hanno confermato che chi indossa il bianco è un vero e proprio libro aperto, non si nasconde, è una persona indipendente e perfezionista. (Continua dopo la foto)






Nella cultura occidentale il colore bianco è quello caratterizzante la sposa. Nel modo di pensare è un colore che per le donne richiamerebbe alla verginità, alla purezza, al candore, ma in un codice maschilista. Il bianco dà la sensazione di freschezza ed è anche molto elegante e puro durante le feste. La versione completa invece dà l’effetto contrario: diventa un colore abbastanza freddo, non emotivo, poco adatto ad intraprendere relazioni interpersonali. Quindi, si è considerati indifferenti. (Continua dopo la foto)






Si può anche essere scambiati per persone critiche, sterili, perfettine e che non vogliono sporcarsi le mani. Il bianco ha inoltre un grandissimo potere nei confronti degli altri colori, infatti li amplifica. Può anche esprimere una sensazione di apertura, cambiamento, libertà e creatività. La t-shirt americana è ad esempio bianca, così come la camicia classica o i camici indossati dai medici. E lo è stato anche l’abito di Marylin Monroe del 1955 nel film ‘Quando la moglie è in vacanza’. (Continua dopo la foto)



In conclusione, possiamo dire che i tratti positivi del colore bianco sono: la semplicità, l’indipendenza, l’apertura, la chiarezza, la purezza e l’uguaglianza. Dall’altra parte, i tratti negativi sono: l’isolamento, la distanza, la noia, il vuoto, la critica e la freddezza. Negli anni ’60 prediligevano il bianco anche John Lennon e Yoko Ono nelle loro campagne pacifiste.

Ilary Blasi inedita: senza trucco e con gli occhiali da vista. E fa centro

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it